Cina n.8 – Quanzhou

quanzhouasia
Da Xiamen facciamo un’escursione a Quanzhou cittadina che si affaccia sul mare e antico passaggio della via della seta, da qui infatti partivano le navi con le produzioni setose, ma anche sconosciuti  prodotti come le spezie. Ed è proprio da qui che Marco Polo nel 1292 partì per far ritorno a Venezia dopo i suoi 30 anni di viaggi nell’Asia, allora si chiamava Zayton e la si ritrova nominata anche nel libro del “Milione.” Più discreta come città rispetto a Xiamen è più piccola ha comunque di che mostrare e poi è proprio qui che ho trovato il mercatino delle pulci cinese delle mie compere.
nella bancarella a destra ho trovato l’orologio a palla……
qui una delle scatole rosse……..
e qui il piatto per il quale la signora si è meravigliata…..o compatito 😉 alla nostra richiesta del piatto…..
fra le attrazioni principali  in Cina, come avrete capito già dagli altri post, fanno parte i templi che corrispondono alle nostre cattedrali o chiese importanti sia per l’aspetto religioso che architettonico e quindi anche qui c’è da vedere il tempio Kaiyuan…..
che  a differenza dei precedenti vi accoglierà con due soli personaggi di guardiani celesti….
l’ingresso è come sempre con al centro gli incensori che emanano il loro profumo…..
ma la caratteristica di questo tempio sono le due bellissime pagode che si trovano una all’opposto dell’altra a est e a ovest…….
immerse nel verde, alte 5 piani, di pietra riccamente scolpita sono davvero molto belle………
le mura che suddividono gli spazi all’interno del complesso……………
sono a loro volta decorati con bassorilievi colorati…….
come anche le volte dei porticati che conducono alle varie sale ………
le finestre vedo non vedo hanno sempre un loro fascino…….
qui assistiamo alla bruciatura dei soldi offerti per i propri defunti in modo che anche nell’aldilà possano comprarsi ciò di cui abbisognano, per evitare che gli spiriti possano arrabbiarsi e tornare a fare dispetti….i soldi sono riproduzioni che comunque devono essere acquistate…..
le decorazioni oltre che sulle pareti e i soffitti le si trovano sui tetti…………
piccole riproduzioni di pagode…….
di draghi…….
di guardiani seduti………
la cima della pagoda che spunta dal verde ………vista da un’altra prospettiva
e tra il vedo e non vedo degli alberi fioriti ma sprovvisti di foglie…….
all’interno troviamo alcuni Buddha lontani dall’immagine più comune del classico Buddha seduto e pacioccone ……..qui seppur in carne per la prima volta lo vedo all’impiedi………
quest’altro Buddha  torna ad essere seduto, ma probabilmente in un periodo di sciopero della fame……..
altri particolari …….
che si trovano  sul tetto di quest’altra sala………
arrivano anche le scolaresche a visitare il sito……e con loro lì vicino le pagode sembrano ancora più grandi……….
una coppia di amiche scorrazza in triciclo…..
ce ne andiamo dal tempio e andiamo a visitare una delle scuole più antiche di confucianesimo, sui lati……
sono rappresentati personaggi che hanno fatto parte in modo meritevole della scuola…….
e arriviamo alla sala centrale………
dove si va a pregare ……….
e il soffitto è completamente decorato……….
a Quanzhou vi è anche l’antica moschea Quingjing che risale al 1009…..
costruita tutta in pietra……
 ne sono rimaste però solo alcune parti…..
e da quel che si può vedere guardando il modellino era un bel complesso……
in un piccolo angolo comunque è rimasta una stanza……
dove ancora si prega come testimoniano le calzature…..
poco più in là si trova invece la nuova moschea…….
per finire la giornata andiamo a curiosare nel museo di civiltà cinese, l’ingresso è gratuito…
un’altare……almeno mi sembra…..
il modellino di un’imbarcazione storica……
un’antica ruota di mulino……
porcellane………..
immagino sia antico contenitore per cuocere a vapore……
 antichi telai……..certo questo in confronto al museo di Shanghai è un campionario, ma nel suo piccolo è comunque carino da vedere se vi trovate in zona…..
è ora di tornare a Xiamen e quel che si vede è la stazione nuova di zecca che ad un primo sguardo e senza sapere cosa sia quella costruzione potrebbe tranquillamente essere scambiata per un aeroporto……
la grande sala d’attesa……..
ed ecco anche il treno che velocemente e comodamente ci porterà a destinazione…..
ed essendo l’ultima sera a Xiamen la salutiamo andando a cenare  in un ristorante dedicato ad un nostro conoscente illustre……..
 
all’interno vi era anche un ricevimento di matrimonio e guardate come era infiocchettata l’auto degli sposi      ^_______^ …………  ci rivediamo da Singapore……alla prossima.
Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

2 thoughts on “Cina n.8 – Quanzhou

  1. Pingback: Travel
  2. 6 note musicali:

    Alessandra ha detto…

    Interessantissimo, mi piacerebbe andarci, la Cina e' grande e ho visto troppo poco, pero' di vedere altre auto pacchiane con orsacchiotti e fiocchi ne farei a meno… che strano, in Asia si possono avere estremi di gusto che vanno dal sublime ….. all'indescrivibile! Ciao Alessandra
    16 luglio 2011 00:35

    Saretta ha detto…

    Che bei viaggi ci fai fare!!!!
    18 luglio 2011 15:09

    Stefania ha detto…

    Sono stata due volte in Cina e ritornerei una terza e anche più..ciao
    18 luglio 2011 16:17

    astrofiammante ha detto…

    @Alessandra Ale la Cina è spesso molto curiosa e anche le cose che in fatto di gusto estetico non mi piacciono in realtà mi divertono, ciauzzz 😉
    18 luglio 2011 17:00

    astrofiammante ha detto…

    @Saretta son contenta che tu mi accompagni spesso e che ti piaccia, basin 😉
    18 luglio 2011 17:02

    astrofiammante ha detto…

    @Stefania la Cina merita e poi è così grande che si ha una vasta scelta del tipo di viaggio, ti auguro di tornarci, ciauzzzzzz
    18 luglio 2011 17:04

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.