Tagtorte crostate e plumcake

Galette al rabarbaro e fragole

galette al rabarbaro e fragole

Buona festa della mamma in dolcezza, con questa galette al rabarbaro e fragole. La galette in sintesi è una crostata rustica francese, di poco spessore e i cui bordi vengono ripiegati sul ripieno della galette stessa.

Ho usato farine diverse per accentuare la consistenza rustica, ma ovviamente potete usare un’unica farina a vostro piacere.

Ho preferito fare delle monoporzioni che per l’occasione ho presentato con piccoli fiori.

Quindi buona festa a TUTTE LE MAMME presenti e future 

Una galette la dedico alla futura mamma Consuelo 🙂

galette al rabarbaro e fragole

Galette al rabarbaro e fragole

 

Ingredienti per la galette ( 8  )

200 gr di farina tipo 2

50 gr di farina di mandorle

50 gr di cocco rapè

100 gr di burro freddo

4 cucchiai di zucchero di canna

40 / 50 ml di acqua gelata

1 uovo per spennellare il bordo

Per il ripieno

300 gr di fragole

100 gr di rabarbaro

un cucchiaio di amido di mais

1 cucchiaino di vaniglia in polvere

1 cucchiaio di zucchero

 

Preparazione

Unite le farine con lo zucchero e cominciate a sfarinare sfregando con le mani la farina e il burro precedentemente tagliato a piccoli pezzi

Una volta raggiunto uno sfarinato tipo la sabbia aggiungete l’acqua poco alla volta ( forse non vi serve tutta) e senza lavorare l’impasto fate dei movimenti atti a compattare il tutto.

Mettete nella pellicola e lasciate in frigorifero almeno mezz’ora

Tagliuzzate le fragole e il rabarbaro unite lo zucchero, l’amido e la vaniglia, girate per bene e lasciate riposare fino al momento di usarle.

Stendete l’impasto fino a pochi millimetri e ricavate tanti cerchi da 13 – 15  cm di diametro mettete al centro un po’ della frutta, ripiegate i bordi  tutto intorno, spennellate con l’uovo sbattuto, spolverate con pizzichi di zucchero e filetti di mandorle.

Infornate a 180 gradi per circa 20 minuti, o fino a che le vedrete dorarsi.

galette al rabarbaro e fragole

Crostata alla crema di limone light

Crostata alla crema di limone light

Questa crostata alla crema di limone light è nata un po’ strada facendo, in realtà il guscio di frolla doveva essere quello che poi è divenuto il ripieno e la decorazione finale.

Un errore di percorso dovuto alla mia poca esperienza in fatto di dolci è stato pensare che il trito di mandorle e cocco amalgamato con olio di cocco potesse tenere la forma.

Invece una volta cotto si è sgretolato tutto, buono era comunque buono ma ora che ci potevo fare? Ho pensato che per rimediare se non poteva fare da contenitore l’avrei usato all’interno come ripieno creando così un doppio strato al dolce.

Non tutto il male vien per nuocere, infatti proprio quello strato manterrà la frolla croccante senza che assorba l’umidità della crema ottenendo così una perfetta Crostata alla crema di limone light

Perfetta magari anche no, visto che non so ancora ottenere una forma degna di questo nome, ma voi conoscete qualche trucco per sfornare quelle belle forme che ricalcano lo stampo contenitore senza sbavature o rigonfiamenti ?  ditelo anche a me!!

Per risparmiare un po’ di calorie la crema l’ho ottenuta sostituendo il mascarpone con il tofu vellutato.

Un tipo di tofu dalla consistenza di una panna cotta e molto umido, infatti prima di usarlo è meglio farlo colare alcune ore o meglio ancora anticipare l’operazione lasciandolo la notte precedente  in frigorifero a colare in un colino a maglie strette.

 

Crostata alla crema di limone light

 

Ingredienti per una teglia rettangolare da 10 x 30 cm.

125 gr di tofu vellutato o silken

125 di panna fresca

1 cucchiaio di zucchero a velo

2 cucchiai di marmellata al limone

una confezione di pasta frolla ( oppure usate la vostra ricetta)

80 gr di mandorle non pelate

2 cucchiai rasi di zucchero di canna

20 gr di cocco disidratato a scaglie

2 cucchiai di olio di cocco

fiori eduli e piccole meringhe per decorare

 

Preparazione

Adagiate la frolla nella teglia foderata di carta forno, punzecchiatela con una forchetta e mettetela  in forno a 170 gradi forno ventilato, lasciate per circa 25 minuti, dovrà colorare leggermente. ( ne avanzerete un po’ fateci dei biscotti 🙂  )

Frullate finemente le mandorle con lo zucchero di canna il cocco e due cucchiai di olio di cocco, versate il trito su un foglio di carta forno e tostatelo in forno per 10 minuti a 180 gradi.

Lasciate intiepidire in forno con sportello socchiuso.

Fate colare il tofu qualche ora, sarebbe meglio farlo in anticipo la sera prima mettendolo in un colino a maglie strette e lasciarlo in frigorifero tutta la notte.

Setacciate il tofu così da renderlo omogeneo aggiungetevi lo zucchero a velo la marmellata di limone e amalgamate bene.

Montate la panna e assemblatela un po’ alla volta alla crema girando dal basso verso l’alto per non smontarla.

Una volta freddata la frolla versateci sopra uno strato del trito di mandorle e cocco, tenendone un paio di cucchiai per la decorazione finale.

Con un cucchiaio adagiate la crema a cucchiaiate una accanto all’altra per tutta la lunghezza della frolla senza spalmarla

Con il dorso del cucchiaio bagnato premete delicatamente in modo da distribuirla uniformemente.

Create le linee o altro decoro a piacere con il rimanente trito di mandorle e cocco, e per ultimo appoggiate i fiori e volendo le meringhette.

 

Crostata alla crema di limone light

 

Torta alla ricotta

torta alla ricotta

torta alla ricotta

Questa torta alla ricotta è una classica ciambella da credenza dai sapori semplici e genuini. Ho sostituito il burro con l’olio di girasole ma potete usare anche altro olio l’importante è che sia delicato.

L’ho profumata con la mia marmellata di limoni ma ovviamente potete usare la buccia grattugiata di un limone o in alternativa di arancia.

Preparandola alla sera dopo cena il profumo di torta che si è sparso per la casa e mi ha fatto pregustare la colazione che avrei fatto la mattina.

 

Torta alla ricotta

 

Ingredienti per una tortiera da 20 cm. diametro

250 gr di farina 1

3 piccole uova o 2 grandi

150 gr di zucchero di canna

300 gr di ricotta

60 ml di latte

60 ml di olio neutro

due cucchiai di marmellata di limone o la buccia di 1 limone grattugiata

1 bustina di lievito

 

Preparazione

Montate con le fruste elettriche la ricotta con lo zucchero, aggiungete un uovo alla volta e a seguire l’olio e il latte. Aromatizzate con il limone.

Setacciate la farina con il lievito nella crema ottenuta e con una spatola girate dall’alto in basso finchè sia stata assorbita.

Ungete e infarinate la tortiera e versatevi la pastella. Infornate a forno preriscaldato a 180 gradi e cuocete per 45 minuti.

 

torta alla ricotta

Torta con mousse al cioccolato bianco e amarene

torta con mousse al cioccolato bianco

torta con mousse al cioccolato bianco

 

Invitata ad una cena e un’altro stampo nuovo da provare (l’altro ve l’ho mostrato qui) l’occasione era perfetta, ma il timore di non riuscire a sformarla mi ha lasciato nell’incertezza sul fare una torta con questo stampo o andare su uno collaudato e soprattutto liscio.

Le scanalature mi intimorivano non poco, però prima o poi questo stampo tanto desiderato l’avrei dovuto affrontare!!!

Quindi che la sfida abbia inizio, nel caso di una mal parata per la cena avrei rimediato andando nella pasticceria sotto casa. Ora non so se è stata la fortuna del principiante ma la torta dopo pochi minuti di resistenza ai miei colpetti sul fondo per farla uscire si è arresa uscendo con tutte le forme perfette.  

 

torta con mousse al cioccolato bianco

 

Ingredienti per uno stampo da 20 cm di diametro e 10 di altezza

200 gr farina

60 gr di maizena

120 gr di zucchero

85 ml di olio neutro

100 di yogurt naturale

il succo di una grossa arancia

2 uova

10 gr di lievito

 

Preparazione della torta

Separare i tuorli dagli albumi. Miscelate le farine e setacciatele. Montate i tuorli con due cucchiai di zucchero finchè sono spumosi, aggiungete lo yogurt e lo zucchero rimanente continuando con le fruste. Versate a filo l’olio e a seguire il succo d’arancia. Montate a neve ferma gli albumi.

Accendete il forno statico a 180 gradi.

Versate in due volte la farina miscelata e rigirate con una spatola per farla assorbire.

Incorporate gli albumi girando dal basso verso l’alto, quando lo saranno quasi totalmente setacciate anche il lievito nel composto e finite di amalgamare.

Imburrate e infarinate bene lo stampo. Nel caso avesse molte scanalature vi consiglio di usare la miscela staccante (la trovate sotto) che dovrete spennellare con cura per ottenere una forma ben definita.

Infornate e fate cuocere per 20 minuti, poi abbassate a 170 per altri 20 minuti. Fate la prova stecchino per assicurarvi della giusta cottura.

Spegnete e lasciate in forno per 15 minuti a forno socchiuso, poi sfornate e lasciate freddare. Sformate la torta e lasciate freddare,

 

Mousse al cioccolato bianco

Ingredienti

150 gr di cioccolato bianco

200 gr di panna fresca

100 ml di sciroppo d’amarena

amarene per decorare a piacere

 

Preparazione della mousse al cioccolato bianco

Scaldate bene 70 ml di panna quindi versateci il cioccolato tagliato finemente e continuate a girare finchè si sarà sciolto bene. Lasciate freddare.

Montate il resto della panna ben ferma e aggiungetela al cioccolato sciolto e freddato, sistemate in frigo finchè verrà il momento di spalmarla sulla torta.

 

 

Portate a bollore lo sciroppo di amarene e aggiungetevi la punta di un cucchiaino di agar agar, lasciate sobbollire per 5 minuti. Spegnete e lasciate intiepidire.

Versate sulla superficie lo sciroppo intiepidito e poi con un sac à poche o una spatola distribuite la mousse e le amarene.

 

Nel caso voleste usare la miscela staccante per torte, qui sotto trovate le dosi per preparavela in casa

Miscela staccante per torte 

50 gr di burro a temperatura ambiente

120 ml di olio di semi

70 gr di farina

Versate i tre ingredienti nel  bicchiere di un frullatore ad immersione e frullate fino ad ottenere una crema liscia, versate in barattolo di vetro e tenete in frigorifero.

 

torta con mousse al cioccolato bianco

Plumcake all’arancia e gelatina

plumcake all'arancia

plumcake all'arancia

 

Nuovo stampo per plumcake da provare e dolcetto per colazione da preparare. Coincidenza più appropriata non poteva capitare per questo plumcake all’arancia 🙂

Ogni scusa per preparare qualcosa di dolce è sempre benvenuta. Siamo nella stagione delle arance succose quindi, io che amo i sapori agrumati, ho inserito al posto del latte il succo di arancia e a completare ho pensato che lo zenzero candito polverizzato avrebbe trovato perfettamente posto in questo plumcake all’arancia ricoperto dal succo stesso del frutto trasformato in dorata gelatina.

E comunque per la cronaca dalla mia cucina, di stampi da provare ne ho altri 2 perciò, al prossimo episodio 😉

 

Plumcake all’arancia e gelatina

 

Ingredienti per una forma rettangolare di 10 x 20 cm. oppure forma rotonda di 20 cm di diametro

230 gr farina 00

2 uova

100 gr di zucchero di canna chiaro

40 ml di olio

il succo di un’arancia grande

mezza bustina di lievito

4 scaglie di zenzero candito (facoltativo)

gelatina di arancia (2 arance)

2 cucchiai di zucchero di canna chiaro

 

Preparazione

(Se usate lo zenzero, altrimenti saltate il primo passaggio) Tritate lo zenzero e frullatelo con due cucchiai di zucchero preso dal totale fino a renderlo fino.

Montare le uova con lo zucchero rimasto a renderle spumose, versate a filo l’olio e a seguire il succo di arancia.

Setacciate la farina con il lievito, unite lo zenzero tritato finemente e versate un po’ alla volta nelle uova mentre rigirate dal basso verso l’alto con una spatola.

Ungete bene lo stampo scelto e versateci il composto. Infornate a 170 gradi per 40 minuti. (sempre meglio prova stecchino)

Spremete le 2 arance e mettete il succo con due cucchiai di zucchero e la punta di un cucchiaino di agar agar in una piccola casseruola, portate a bollore e lasciate sobbollire per 5 minuti o finchè si riduce della metà.

Una volta sfornato il dolce e lasciato freddare potete impiattarlo e versarci sopra la gelatina d’arancia.

Nota : se non avete l’agar agar basterà prolungare di un paio di minuti la cottura della gelatina a fuoco moderato.

plumcake all'arancia