Categoriadessert

Mattonella yogurt e fragola

mattonella yogurt e fragola

Non sono una addicted di gelati ma sporadicamente la voglia compare, più che altro compare la voglia di qualcosa di fresco e dato che lo yogurt è un alimento che amo, così per cambiare mi faccio dei gelati del tutto naturali e con pochissimo zucchero.

L’abbinata con la frutta di stagione è sicuramente vincente e ora con le belle fragole mature e dolci ho preparato questa piccola mattonella yogurt e fragola alternando i due per poi unirli tra loro.

Mattonella yogurt e fragola

Ingredienti per circa 5 gelati ( a seconda della misura dei vostri stampi) o una piccola mattonella da 18 x 10 cm

250 gr di yogurt naturale bianco 

250 gr di fragole

il succo di mezzo lime o 2 cucchiai di succo di limone

2 cucchiaini di zucchero a velo

5 cucchiai di sciroppo a vostro gusto o altro dolcificante a piacere ( sciroppo d’acero)

Preparazione 

Aggiungete 2 cucchiaini di zucchero a velo allo yogurt.

Tenete da parte 4 -5 fragole e una volta lavate e mondate frullate il resto con lo sciroppo e il succo di lime fino ad ottenere una purea.

Tritate finemente le fragole messe da parte e mettetele sul fondo dello stampo, con il cucchiaio versate metà dello yogurt e sistemate in freezer per circa mezz’ora. Intanto miscelate un terzo della purea di fragole con l’altra metà dello yogurt.

Togliete dal freezer lo stampo e versatevi la purea rimasta, sistemate ancora in freezer per circa mezz’ora o fino a che si sarà un po’ rassodata.

A seguire versate la miscela di yogurt e fragole e rimettete in freezer a rapprendere. Togliere 15 minuti prima di consumare. 

Irrorate con un po’ di sciroppo d’acero (facoltativo)

mattonella yogurt e fragola

Nel caso voleste fare il gelato in forma seguite lo stesso procedimento.

Aggiungete 2 cucchiaini di zucchero a velo allo yogurt.

Tenete da parte 4 -5 fragole e una volta lavate e mondate frullate il resto con lo sciroppo e il succo di lime fino ad ottenere una purea.

Tritate finemente le fragole messe da parte e mettetene  un cucchiaino scarso nelle formine da gelato, aggiungete poi 3 – 4 cucchiaini di yogurt bianco e sistemate in freezer.

Intanto miscelate 2 cucchiai o poco più di purea di fragole a 100 gr di yogurt .

Togliete dal freezer versate un po’ di purea in ciascuna forma e rimettete in freezer per 20 minuti circa e a seguire finite con la miscela di fragole e yogurt.

mattonella yogurt e fragola

Galette al rabarbaro e fragole

galette al rabarbaro e fragole

Buona festa della mamma in dolcezza, con questa galette al rabarbaro e fragole. La galette in sintesi è una crostata rustica francese, di poco spessore e i cui bordi vengono ripiegati sul ripieno della galette stessa.

Ho usato farine diverse per accentuare la consistenza rustica, ma ovviamente potete usare un’unica farina a vostro piacere.

Ho preferito fare delle monoporzioni che per l’occasione ho presentato con piccoli fiori.

Quindi buona festa a TUTTE LE MAMME presenti e future 

Una galette la dedico alla futura mamma Consuelo 🙂

galette al rabarbaro e fragole

Galette al rabarbaro e fragole

 

Ingredienti per la galette ( 8  )

200 gr di farina tipo 2

50 gr di farina di mandorle

50 gr di cocco rapè

100 gr di burro freddo

4 cucchiai di zucchero di canna

40 / 50 ml di acqua gelata

1 uovo per spennellare il bordo

Per il ripieno

300 gr di fragole

100 gr di rabarbaro

un cucchiaio di amido di mais

1 cucchiaino di vaniglia in polvere

1 cucchiaio di zucchero

 

Preparazione

Unite le farine con lo zucchero e cominciate a sfarinare sfregando con le mani la farina e il burro precedentemente tagliato a piccoli pezzi

Una volta raggiunto uno sfarinato tipo la sabbia aggiungete l’acqua poco alla volta ( forse non vi serve tutta) e senza lavorare l’impasto fate dei movimenti atti a compattare il tutto.

Mettete nella pellicola e lasciate in frigorifero almeno mezz’ora

Tagliuzzate le fragole e il rabarbaro unite lo zucchero, l’amido e la vaniglia, girate per bene e lasciate riposare fino al momento di usarle.

Stendete l’impasto fino a pochi millimetri e ricavate tanti cerchi da 13 – 15  cm di diametro mettete al centro un po’ della frutta, ripiegate i bordi  tutto intorno, spennellate con l’uovo sbattuto, spolverate con pizzichi di zucchero e filetti di mandorle.

Infornate a 180 gradi per circa 20 minuti, o fino a che le vedrete dorarsi.

galette al rabarbaro e fragole

Crema al limone light

Crema al limone

Crema al limone light

 

A fine pasto di una cena è giusto finire con un dolce, io di solito faccio una torta da forno ma in questa occasione ho pensato ad un dolce al cucchiaio senza cottura e pure light.  Questa crema al limone light è piaciuta perchè qualcuno ha fatto anche il bis senza sapere comunque che io avessi usato al posto del mascarpone il tofu vellutato.

Preparata nel primo pomeriggio con pochi passaggi, senza cottura e sistemata già nelle coppe coperte con un velo di pellicola in frigorifero pronta per l’uso.

Al momento di servire è bastato portarla in tavola accompagnata da diverse ciotoline in cui ho versato delle golosità da aggiungere alla crema, così gli ospiti hanno potuto scegliere con cosa abbinare la crema e ottenere una consistenza in più.

 

Crema al limone light

 

Ingredienti per 8 coppe 

250 gr di tofu vellutato o silken

250 di panna fresca

2 cucchiai di zucchero a velo

4 cucchiai di marmellata al limone

golose aggiunte : mini meringhe, mini amaretti. piccoli frutti essiccati, marmellata al limone, biscotti/sfogliatine

 

Preparazione

Fate colare il tofu qualche ora, sarebbe meglio farlo in anticipo la sera prima mettendolo in un colino a maglie strette e lasciarlo in frigorifero tutta la notte.

Setacciate il tofu così da renderlo omogeneo aggiungetevi lo zucchero a velo la marmellata di limone e amalgamate bene.

Montate la panna e assemblatela un po’ alla volta alla crema girando dal basso verso l’alto per non smontarla.

Distribuite nelle coppe e mettete in frigorifero fino al momento dell’uso.

Accompagnate con piccoli amaretti, meringhette, piccoli frutti essiccati, marmellata di limoni, ognuno aggiungerà quel che più aggrada.

 

Crema al limone light

Crostata alla crema di limone light

Crostata alla crema di limone light

Questa crostata alla crema di limone light è nata un po’ strada facendo, in realtà il guscio di frolla doveva essere quello che poi è divenuto il ripieno e la decorazione finale.

Un errore di percorso dovuto alla mia poca esperienza in fatto di dolci è stato pensare che il trito di mandorle e cocco amalgamato con olio di cocco potesse tenere la forma.

Invece una volta cotto si è sgretolato tutto, buono era comunque buono ma ora che ci potevo fare? Ho pensato che per rimediare se non poteva fare da contenitore l’avrei usato all’interno come ripieno creando così un doppio strato al dolce.

Non tutto il male vien per nuocere, infatti proprio quello strato manterrà la frolla croccante senza che assorba l’umidità della crema ottenendo così una perfetta Crostata alla crema di limone light

Perfetta magari anche no, visto che non so ancora ottenere una forma degna di questo nome, ma voi conoscete qualche trucco per sfornare quelle belle forme che ricalcano lo stampo contenitore senza sbavature o rigonfiamenti ?  ditelo anche a me!!

Per risparmiare un po’ di calorie la crema l’ho ottenuta sostituendo il mascarpone con il tofu vellutato.

Un tipo di tofu dalla consistenza di una panna cotta e molto umido, infatti prima di usarlo è meglio farlo colare alcune ore o meglio ancora anticipare l’operazione lasciandolo la notte precedente  in frigorifero a colare in un colino a maglie strette.

 

Crostata alla crema di limone light

 

Ingredienti per una teglia rettangolare da 10 x 30 cm.

125 gr di tofu vellutato o silken

125 di panna fresca

1 cucchiaio di zucchero a velo

2 cucchiai di marmellata al limone

una confezione di pasta frolla ( oppure usate la vostra ricetta)

80 gr di mandorle non pelate

2 cucchiai rasi di zucchero di canna

20 gr di cocco disidratato a scaglie

2 cucchiai di olio di cocco

fiori eduli e piccole meringhe per decorare

 

Preparazione

Adagiate la frolla nella teglia foderata di carta forno, punzecchiatela con una forchetta e mettetela  in forno a 170 gradi forno ventilato, lasciate per circa 25 minuti, dovrà colorare leggermente. ( ne avanzerete un po’ fateci dei biscotti 🙂  )

Frullate finemente le mandorle con lo zucchero di canna il cocco e due cucchiai di olio di cocco, versate il trito su un foglio di carta forno e tostatelo in forno per 10 minuti a 180 gradi.

Lasciate intiepidire in forno con sportello socchiuso.

Fate colare il tofu qualche ora, sarebbe meglio farlo in anticipo la sera prima mettendolo in un colino a maglie strette e lasciarlo in frigorifero tutta la notte.

Setacciate il tofu così da renderlo omogeneo aggiungetevi lo zucchero a velo la marmellata di limone e amalgamate bene.

Montate la panna e assemblatela un po’ alla volta alla crema girando dal basso verso l’alto per non smontarla.

Una volta freddata la frolla versateci sopra uno strato del trito di mandorle e cocco, tenendone un paio di cucchiai per la decorazione finale.

Con un cucchiaio adagiate la crema a cucchiaiate una accanto all’altra per tutta la lunghezza della frolla senza spalmarla

Con il dorso del cucchiaio bagnato premete delicatamente in modo da distribuirla uniformemente.

Create le linee o altro decoro a piacere con il rimanente trito di mandorle e cocco, e per ultimo appoggiate i fiori e volendo le meringhette.

 

Crostata alla crema di limone light

 

Torta alla ricotta

torta alla ricotta

torta alla ricotta

Questa torta alla ricotta è una classica ciambella da credenza dai sapori semplici e genuini. Ho sostituito il burro con l’olio di girasole ma potete usare anche altro olio l’importante è che sia delicato.

L’ho profumata con la mia marmellata di limoni ma ovviamente potete usare la buccia grattugiata di un limone o in alternativa di arancia.

Preparandola alla sera dopo cena il profumo di torta che si è sparso per la casa e mi ha fatto pregustare la colazione che avrei fatto la mattina.

 

Torta alla ricotta

 

Ingredienti per una tortiera da 20 cm. diametro

250 gr di farina 1

3 piccole uova o 2 grandi

150 gr di zucchero di canna

300 gr di ricotta

60 ml di latte

60 ml di olio neutro

due cucchiai di marmellata di limone o la buccia di 1 limone grattugiata

1 bustina di lievito

 

Preparazione

Montate con le fruste elettriche la ricotta con lo zucchero, aggiungete un uovo alla volta e a seguire l’olio e il latte. Aromatizzate con il limone.

Setacciate la farina con il lievito nella crema ottenuta e con una spatola girate dall’alto in basso finchè sia stata assorbita.

Ungete e infarinate la tortiera e versatevi la pastella. Infornate a forno preriscaldato a 180 gradi e cuocete per 45 minuti.

 

torta alla ricotta