Categoriasecondi

Polpette melanzane e zucchine con caciotta

Polpette melanzane e zucchine

Le polpette sono una pietanza sfiziosa e simpatica, piacciono a grandi e piccoli. In questo caso ne ho fatta una variante vegetariana, Polpette melanzane e zucchine con caciotta.

Si prestano ad essere fritte, al forno e anche con sughetto.

Le più diffuse sono quelle di carne, preparate con carne tritata, aromi  uova e pane grattugiato o mollica ma quelle vegetariane non hanno niente da invidiare.

Ho usato zucchine, melanzane e formaggio morbido semi stagionato, abbinando poi una crema di patate con salsa al basilico dove intingere ogni polpetta.

Polpette melanzane e zucchine con caciotta

Ingredienti

250 g di zucchine piccole

200 g di melanzana

200 di caciotta morbida

2 uova

10 cucchiai circa di pangrattato

6 – 7 fette biscottate integrali

1 patata di pasta bianca (no gialle, hanno troppo amido e frullandole diventano collose)

2 cucchiai di panna acida o in alternativa burro fuso

qualche cucchiaio di latte

un mazzetto di basilico

50 g di semi di girasole

un piccolissimo spicchio di aglio

Preparazione

Lavate le zucchine e le melanzane, tagliatele grossolanamente e frullatele con la caciotta e le erbe aromatiche fino ad ottenere un trito fino, ma non troppo, non devono essere purea.

Mettete la verdura in una terrina e amalgamate le uova, aggiungete un cucchiaio alla volta di pangrattato fino a che il composto risulterà umido (tipo sabbia bagnata), ma non appiccicoso, riuscendo così a farne una pallina, ne sono serviti circa 10 cucchiai.

Frullate le fette biscottate fino a renderle polvere e rotolateci dentro le palline di verdura.

Stendete un foglio di carta forno nella teglia di cottura e ungetelo leggermente con olio, disponete le polpette, irroratele con un filo d’olio e infornate a 200° gradi per circa 20 minuti.

Preparate la crema di patata frullandola con la panna acida, diluendola con un poco di latte.

Frullate i semi di girasole con un cucchiaio di olio e l’aglio, quando il tutto sarà cremoso aggiungete anche le foglie di basilico con altro olio per favorire lo sminuzzamento.

Mettete la salsa di basilico in un bicchiere e diluitela a piacere con altro olio fino a renderla fluida.

Suddividete la crema di patate in ciotole tante quanti sono i commensali da servire. Ognuno potrà condire la crema di patate con la salsa al basilico per intingere le polpette.

Polpette melanzane e zucchine

Filetto di pesce alla semplice con spaghetti di zucchine

filetto di scorfano alla semplice

Una ricetta semplice compresa di contorno per quando non avete molta voglia di cucinare e vi rattrista l’idea di un filetto di pesce in bianco. Con poche mosse e ingredienti otterrete un filetto di pesce alla semplice con spaghetti di zucchine.

Io ho usato filetto di scorfano ma qualsiasi filetto può andare bene.

Filetto di pesce alla semplice con spaghetti di zucchine

Ingredienti per 3

3 filetti di pesce (io di scorfano)

2 zucchine

1 mazzetto di prezzemolo tritato

1 spicchio di aglio

mezzo bicchiere di vino bianco

1 mestolo di acqua calda

polvere di cipolla rossa (facoltativo)

Preparazione

Sfiorare con le dita i filetti per scoprire eventuali spine e toglierle. In una capiente padella mettere l’aglio schiacciato con qualche cucchiaio di olio a soffriggere per pochi minuti.

Tagliare le zucchine a filetti come fossero spaghetti con l’attrezzo apposito o a coltello affettandole per la lunga prima e poi a filetti sottilmente sempre per la lunga.

A fuoco medio alto aggiungere i filetti di pesce e far cuocere 5 minuti e poi girarli. Sfumare con il vino e spolverare con metà del trito di prezzemolo.

Versare un mestolo scarso di acqua bollente, mettere anche le zucchine intorno ai filetti, salare e cuocere sempre a fuoco vivace fino a che si sarà asciugato metà del liquido di fondo, (poco meno di 10 minuti) a fuoco spento spolverate con altro prezzemolo e polvere di cipolla rossa o altra spezia colorata tipo paprika o pimenton affumicato

filetto di pesce alla semplice con spaghetti di zucchine.

Bocconcini di pollo alla curcuma e yogurt

Bocconcini di pollo

Questi bocconcini di pollo alla curcuma e yogurt sono una preparazione facile colorata e grazie alla curcuma, anche salutare.

Infatti questa spezia è conosciuta per le sue proprietà anti-infiammatorie. Riguardo alle sue eccellenti proprietà potete leggere qui.

E per una cena tutta in stile indiano possiamo completare con il pane chapati

Bocconcini di pollo

Bocconcini di pollo marinato

Ingredienti per 3

4 fette di petti di pollo

150 gr di ceci cotti

2 cucchiai colmi di yogurt greco

1 cucchiaio scarso di curcuma

1 cucchiaino di peperoncino in polvere

un pezzo di zenzero fresco grande quanto una noce grattugiato

un piccolo spicchio di aglio

5-6 steli di coriandolo fresco o prezzemolo

olio, sale,

Per la ricetta completa potete andare qui.

Bocconcini di pollo

 

Tartare di branzino all’anice stellato

tartare di branzino

Il nostro gioco Menùlibro prosegue e il cuoco di turno sono io, gli aiuto cuochi che potreste essere anche voi se volete partecipare, (vi basterà lasciare il link della vostra ricetta in un commento sotto il post), porteranno le loro preparazioni per infoltire il buffet che si sta creando.

Questa portata è dedicata agli antipasti di pesce e io mi son ricordata di una bravissima foodblogger che ha partecipato alla stesura di questo libro – Il gusto della terra – con una tartare di branzino.

L’antipasto era una semplice tartare di branzino aromatizzata con infusione all’anice stellato su carpaccio di mele … e per la serie me la canto e me la suono quella foodblogger ero io 😀

Nota : importantissimo per fare questo semplicissimo antipasto essere sicuri che il pesce sia freschissimo e abbattuto. Il processo di abbattimento prevede la congelazione del pesce ad una temperatura di almeno -20° per un tempo non inferiore a 24 ore.

Chiedere quindi al vostro pescivendolo di fiducia che il pesce sia stato abbattuto per il consumo a crudo.

Se volete farlo abbattere in casa le ore diventeranno 96 i freezer casalinghi infatti non hanno la capacità di congelare in tempi brevi come un abbattitore professionale. 

Informazioni tratte da qui

Scopo del gioco: costruire un menù partendo da ricette prese dai libri che abbiamo a disposizione.

Il gruppo ormai collaudato che in questi anni ha viaggiato con i vari abbecedari legati alle cucine del mondo ( ItaliaEuropaMondo) si ricompatta per creare un menù che partendo dagli aperitivi arriverà passando per 18 portate, ai digestivi.

E se volete vedere le portate già raccolte qui ne trovate il riepilogo.

Tartare di branzino all’anice stellato

ingredienti per 2

200 gr di filetto di branzino abbattuto e diliscato

6 stelle di anice stellato

1 mela verde e 1 mela rossa

1 limone

3 mandorle con la pellicina

olio extravergine di oliva

Preparazione

Tagliate a cubetti il pesce conditeli con un cucchiaio di olio, un cucchiaio di limone e i semi tolti a 4 stelle di anice stellato. Coprite con pellicola e mettete in frigorifero a marinare per mezz’ora.

Mettete a bollire mezzo bicchiere di acqua con 2 stelle di anice fatte a pezzi.

Bollite fino a ridurre il liquido ad un paio di cucchiai, spegnete e lasciate raffreddare.

Togliete le stelle scolando l’infusione. Emulsionatela con 3 cucchiai di olio e un pizzico di sale poi versate sulla tartare di pesce, rigirate e rimettete in frigorifero.

Prendete metà di ciascuna mela e tagliate ancora a metà, ( avrete così 2 quarti di mela verde e rossa)  togliete i semi e affettate sottilmente gli spicchi di mela.

Spruzzateli di limone e sistemate 5 fette nel piattino da antipasto alternando le mele rosse e verdi. Tostate le mandorle per un paio di minuti e trituratele.

Tagliate a cubetti piccolissimi le fette di mela rimaste, uniteli con le mandorle triturate alla tartare.

Distribuite sulle fette nel piatto, passate un filo di olio, una macinata di pepe e servite.

tartare di branzino

Braciole di maiale cremose in padella

braciole di maiale

 

La carne di maiale di per sé se cotta un po’ in più tende a diventare stopposa e d’altro canto lasciarla per pochi minuti a cuocere potrebbe invece essere poco invitante perché assumerebbe un aspetto quasi da carne bollita.

È opportuno quindi trovare una cottura che mantenga la carne succosa saporita e allo stesso tempo con un aspetto stuzzicante. 

È adatta a far parte di belle grigliate dove la cottura veloce sulle braci contribuisce a dar sapore, ma quando questo non è possibile è meglio trovare un’alternativa per servirla al meglio mantenendola morbida e gustosa.

In questa ricetta le braciole di maiale in salsa prima rosolate velocemente e poi fatte insaporire ulteriormente nella salsa di yogurt fa sì che diventino molto appetibili sia pe l’occhio che per la gola.

braciole di maiale

Braciole di maiale cremose in padella

ingredienti per 3

3 braciole di maiale di non più di 2 cm di spessore 

4 cucchiai di olio d’oliva

30 gr di burro

1 cucchiaio di paprika

2 spicchi d’aglio tritati finemente

1 grosso cipollotto fresco con la sua parte verde

1/2 bicchiere di acqua

2 cucchiai colmi di yogurt greco,

Prezzemolo fresco tritato

Sale e pepe

 

Preparazione

Condite le costolette di maiale su entrambi i lati con paprika, sale e pepe,

Scaldate 2 cucchiai di olio con il burro in una padella larga a fuoco medio-alto, rosolate per 3-5 minuti su ciascun lato la carne fino a che sarà ben colorita.

Togliete quindi le braciole di maiale dalla padella e mettetele da parte.

Aggiungete ora nella stessa padella l’olio rimasto l’aglio e la parte bianca del cipollotto affettato finemente lasciando per 5 minuti

Abbassate il fuoco, miscelate l’acqua con lo yogurt e aggiungetela, regolate di sale e lasciate cuocere 3 minuti. Versare tutto in un mix e frullate fino ad ottenere una salsa cremosa e liscia.

Rimettete la salsa in padella aggiungendo le braciole di maiale, cospargete con il trito di prezzemolo la parte verde del cipollotto e lasciare a cuocere altri 5 minuti. Servite.

 

braciole di maiale

Enjoy this blog? Please spread the word :)