Categoriavegano

Spaghetti di cavolo all’aglio olio e peperoncino

Oggi vi suggerisco una ricetta leggerissima che un po’ prende in giro la pasta prendendone le sembianze, gli Spaghetti di cavolo all’aglio olio e peperoncino.

Un modo per stare leggeri e magari a dieta se si vogliono ridurre i carboidrati senza per questo rimpiangere un piatto più sostanzioso e godereccio per il palato o semplicemente per variare il proprio modo di mangiare.

Esiste la dieta low carb cioè priva di carboidrati, ma come tutte le diete a senso unico i risultati sono relativamente veloci ma non duraturi con la probabilità di portare anche scompensi al nostro organismo. (notizie qui)

Ovviamente in Italia è una dieta che incontra parecchia resistenza dato che da noi la regina della tavola è la pasta, l’ideale però è sempre l’equilibrio di tutti gli alimenti, quindi bando alle diete categoriche e libertà di divertirsi rivisitando le pietanze magari ingannando l’occhio ma con soddisfazione per lo stomaco.

Spaghetti di cavolo all'aglio olio e peperoncino

La ricetta la trovate sul n.2 di Say Good a cui ho partecipato con alcune ricette e foto, ma indipendentemente dalla ricetta io vi consiglio di prendervi del tempo di relax e sfogliarvi la rivista, vi troverete tante ricette estive e golose.

In questo numero la Sardegna è la regione protagonista, di cui troverete anche alcune ricette tipiche con il giusto abbinamento di vino locale.

Poi un consiglio di lettura con recensione di un libro corredato pure di ricetta.

E per chi ha il pollice verde o per chi vuol mettersi alla prova potrete scoprire come attrezzare il vostro orto da balcone.

Che aspettate … cominciate a sfogliare 🙂

Frittelle di chicchi di mais e carote viola

Il colore del cibo ha un ruolo importante nel far apparire appetitosi i piatti, si dice infatti che si mangia con gli occhi prima ancora che con la bocca. La natura ci fornisce frutta e verdura e relativi colori tra cui scegliere.

A seconda della stagione abbiamo a disposizione ingredienti che ci aiutano ad affrontarla. D’inverno le arance ci danno una mano a rinforzare le nostre difese ma lo fanno molto bene anche i cavolfiori e il cavolo viola.

Tutti gli ortaggi di colore viola frenano i radicali liberi e di conseguenza aiutano a mantenerci giovani . Sulla scia di queste considerazioni relativamente ai colori di frutta e verdura ecco che ho pensato a fare delle frittelle di chicchi di mais e carote viola con l’aggiunta di spinacini.

Sistemate le vostre frittelle di chicchi di mais e carote viola su un letto di spinacini e cavolo bianco tagliato sottilmente, avrete un secondo vegetariano vegan e gluten – free allo stesso tempo.

 

Frittelle di chicchi di mais e carote viola ( circa 20 pezzi)

Ingredienti

200 g di acqua

90 gr di farina di ceci

30 gr di farina di mais precotta

2 carote viola

150 gr di  mais in chicchi precotto

1 cucchiaino di aglio in polvere o uno spicchio piccolo tritato finemente

3 prese di sale fino

uno spicchio di cipolla

peperoncino in polvere (facoltativo)

olio

 

Preparazione

  1. Setacciate in una terrina le farine con il sale, l’aglio e aggiungete l’acqua girando con una frusta fino ad ottenere una pastella liscia e fluida.
  2. Pelate le carote e tagliatele a cubetti della grandezza simile ai chicchi di mais, cuocetele al vapore per circa 10 minuti e lasciate poi freddare.
  3. Tritate finemente lo spicchio di cipolla e  aggiungetela con il mais e le carote alla pastella. Mescolate tutto.
  4. Scaldate dell’olio in una padella antiaderente a fuoco medio alto, prendete un cucchiaio del composto e friggete schiacciando leggermente, fate cuocere 5 – 6 minuti e quando sarà ben rappreso girate sull’altro lato per altri 5 -6 minuti.  Togliete dalla padella e mettetele su un foglio di carta assorbente coprendole fino a finire di cuocerle tutte.
  5. Ne ho cotto un po’ in padella soffriggendole  e un po’ in forno a 200 gradi,  le prime hanno una marcia in più, le altre si compattano troppo come potete osservare nella frittella singola.
  6. Servitele con salsa a piacere tipo maionese, senape, o come me con yogurt condito semplicemente con olio sale pepe e polvere di cipolla, o della mostarda di agrumi. Spolveratele di peperoncino a piacere.
  7. NOTA – usate assolutamente padella antiaderente altrimenti si attaccheranno, se non l’avete potete sempre usare una qualsiasi padella in cui avrete sistemato un foglio ritagliato di carta forno che sostituirete quando comincerà a brunirsi troppo.

frittelle di mais e carote viola

 

Patè vegan di castagne e funghi

patè vegan alle castagne e funghi
patè vegan di castagne e funghi

Patè vegan alle castagne funghi e spezie

Mattonelle castagne e nocciolato

mattonella castagne e nocciolato

mattonelle castagne e nocciolato

Finchè è stagione meglio approfittarne, ho ricomprato le castagne per fare una variante del salame che già vi ho proposto. Questa è la volta di dolcetti altrettanto facili.

Ho fatto delle mattonelle di castagne e nocciolato sempre senza burro e zucchero semolato.

Mattonelle castagne e nocciolato

Ingredienti

300 gr di castagne arrostite e ammollate

100 gr di datteri

100 gr di cioccolata al latte nocciolata

30 ml di latte di mandorla

80 gr di biscotti secchi (vegan per i vegani)

50 gr di nocciole

cacao per spolverare

 

Preparazione

Tagliate le castagne con un breve taglio sul dorso e infornatele a 200 gradi per circa 20 – 30 minuti.(assaggiatele)

Pelatele tutte e poi sistematele in una ciotola ricoperte d’acqua per circa mezz’ora / 1 ora. Intanto tagliuzzate finemente i datteri. Scaldate il latte, spegnete e versatelo sul cioccolato spezzato rigirando per scioglierlo.

Scolate le castagne e mettetele con i datteri nel mixer a frullare fino a rendere tutto fino, aggiungete una volta tiepido il cioccolato e continuate a frulalre.

Sistemate le nocciole in un sacchetto e sbattetele per frantumarle grossolanamente. Fate lo stesso con i biscotti.

In una terrina miscelate nocciole e biscotti, prendete il composto delle castagne e amalgamatelo aiutandovi con una forchetta.

Sistemate il composto ottenuto in una teglia rettangolare di 20 x 30 cm. foderata con carta forno livellandolo bene con il dorso di un cucchiaio e ponetelo in frigorifero per almeno un’ora, meglio anche di più.

Spolverate con cacao e tagliate a quadrotti prima di servire.

 

mattonelle castagne e nocciolato

Crema alle castagne spalmabile

spalmabile alle castagne

spalmabile alle castagne

 

Ho comprato le prime castagne della stagione e alla sera le ho tagliate per farle arrosto al forno dato che non trovo più la padella apposita. Inforno e nell’attesa mi metto a navigare, poi le controllo ma ancora avevano bisogno di cuocere un pochetto.

Quel pochetto è bastato per rimettermi al pc e mettermi a preparare un post dimenticandomi totalmente delle castagne. Mio marito mi chiede – ma allora le castagne? Corro al forno e trovo le castagne che per fortuna non erano bruciate ma nemmeno mangiabili perchè si erano seccate troppo ed erano dure.

Il giorno dopo le ho sbucciate e messe in una ciotola coperte di acqua, dopo poche ore erano diventate perfettamente commestibili. E fu così che recuperai le castagne. 😀

Ho pensato comunque di mangiarne un po’ così al naturale e altre di usarle per fare una ricetta che tenevo lì nel cassetto pensando di farla con le castagne lesse, ma vista l’occasione  ho usato queste per fare una crema alle castagne spalmabile.

Non ho usato zuccheri, ma uvette che hanno sostituito alla grande, una volta messa in frigo la crema si compatterà leggermente ma rimane sempre spalmabile, io però ho avuto un’idea su una variante da preparare grazie alla consistenza della crema e se siete curiosi tenetemi d’occhio, presto vedrete qui cosa ne è uscito 🙂

 

Crema alle castagne spalmabile

Ingredienti per un vasetto da 250 gr circa

200 gr di castagne cotte arrosto ammollate

50 gr di uvetta passa

80 gr di cioccolato bianco (vegan per i vegani)

40 ml di latte di mandorla ( o vaccino)

Preparazione

Mettete le uvette in ammollo in acqua tiepida per 15 minuti o finchè si sono ammorbidite.

Frullate le castagne con le uvette, nel frattempo spezzettate la cioccolata e mettetela a sciogliere con il latte, poi lasciate intiepidire e versatela nelle castagne e continuate a frullare fino a quando sarà tutto omogeneo.

Invasate e tenete in frigorifero.

Una volta al fresco si compatterà e avrà una consistenza più densa ma sempre comunque spalmabile, se la voleste più morbida aggiungete qualche cucchiaio di latte in più.

 

spalmabile alle castagne

Enjoy this blog? Please spread the word :)