gelato malaga al brandy

Dopo 3 anni di ….la compro …..no non la compro…..ma ……però sai che bello…….ma no, non ho nemmeno il posto dove metterla……mi sono convinta …………un posticino lo troverò…….e vada per la gelatiera!!!

Questa è la prima produzione, ho cominciato con uno dei gelati miei preferiti il malaga che prevede l’ammollo dell’uvetta passa nel rum, ma dato che non l’avevo l’ho sostituito con un buon brandy …. e per restare in tema l’ho servito nei bicchierini da brandy vintage.

Per gustarlo in pieno relax e al fresco vi consiglio di godervelo cucchiaino dopo cucchiaino in questo delizioso posticino.…….tò…ho fatto pure rima ^___^ a risentirci a fine agosto!


Ingredienti : 250 ml. di latte, 170 gr. di yogurt greco (o di panna fresca montata), 80 gr. di zucchero di canna semiscuro, 50 gr. di uva passa, 2 tuorli d’uovo, brandy q.b.(Vecchia Romagna)

Preparazione : mettere in ammollo l’uva passa in una scodella ricoprendola a filo con il brandy finchè sarà ammorbidita, (la mia era particolarmente secca e prima l’ho messa in acqua calda per 10 minuti).
Sbattere con la frusta i tuorli con lo zucchero fino a che saranno spumosi, unirvi poi il latte precedentemente intiepidito amalgamando il tutto.

Versare in una casseruola e mettere su fuoco moderato rigirando ogni tanto, cuocete finchè si addenserà tanto da velare il dorso del cucchiaio, spegnere e lasciate raffreddare. Montare con la frusta lo yogurt ( o la panna ) versare l’uvetta con il brandy nella crema freddata e a seguire anche lo yogurt, rigirare quel tanto che basta per amalgamare al più e versare nella gelatiera seguendone le istruzioni.

NOTA BENE : se non usate la gelatiera versate il composto in una teglia di acciaio inox preferibilmente con pareti sottili  per favorire il raffreddamento riempendola di 3 quarti dato che raffreddandosi acquisterà volume, coprite con carta d’alluminio e mettete in freezer. Dopo circa un’ora e mezza prendete la teglia e date una bella girata in modo da rompere i cristalli di ghiaccio oppure versate in frullatore e date qualche breve frullata ad intermittenza, ripetete l’operazione un’altra volta sempre dopo un’ora abbondante e poi lasciate in freezer per almeno 2 ore o più. Se mangiato a distanza di tempo, lasciate 10 – 15 minuti a temperatura ambiente prima di consumarlo.

Please follow and like us:

11 thoughts on “gelato malaga al brandy

  1. ciao a tutte e spero che abbiate gradito il gelato mentre ero via, è pur vero che in italia si trovano delle buone gelaterie e la gelatiera diventa uno sfizio, ma sapere cosa ci sia esattamente dentro il gelato e magari poterlo revisionare a proprio piacimento è interessante, se poi come Dona che si trova in Cina il gelato non rientra esattamente nei nostri standard allora la gelatiera diventa indispensabile, grazie a tutte di essere passate, ciauzzzzzzz

  2. …era uno dei miei acquisti in sospeso….ma siccome ho scoperto che si trova anche su TaoBao….mi sa che me la compro! E' una delle cose che mi manca di più dell'Italia e qui per una pallina di gelato schifosetto ci vuole un mutuo!

  3. Anch'io sono interessata a sapere che gelatiera hai comprato. Sai che malaga era uno dei miei gusti preferiti da bambina, ma non ho mai provato a farlo a casa. Devo farlo. Spero che stia andando tutto bene dove sei ora.

  4. Ciao tesoro!!!Roeccomi in Italia..e mi mancano già i lidi lontani!
    Sono anni che medito l'acquisto della gelatiera e, mi fermo sempre pensando a quanto so essere senza fondo col gelato…Ma mi sa che me ne frego e vado con l'acquisto 😉
    Bono il malaga, specie se mi acocmpagni il tutto con le cialde croccanti, mmmm!
    Bacioneeeeeee

  5. La gelatiera! La vogliooooo! Delizioso questo gelatino ubriaco, Marta. E delizioso pure Molveno, nelle tue foto sembra un'oasi di pace. Allora a fine agosto! Trascorri una bellissima estate, un abbraccio 🙂

  6. evviva la gelatiera….io mi sto divertendo un mucchio!!!E il tuo gelato è davvero gustosissimo…ci sono stata a Molveno…qualche anno fa…è davvero piacevole :)un bacione e buona vacanza

  7. Buonissimo!!! Che gelatiera hai comperato, Marta? Ma lo sai che i tuoi bicchieri vintage sono la bomboniera di mia mamma? Ne ho ancora un po' che lei aveva messo da parte, bello usarli così, magari al loro anniversario faccio il gelato e glielo servo lì dentro………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.