Torta cornetto algida ice cream

torta cornetto algida

Finalmente mi son decisa a fare la torta cornetto algida.

L’avevo adocchiata nel blog di Valentina, lei è bravissima con tutto quel che è dessert e vi consiglio di andare a spulciare tra le sue dolcezze, troverete sicuramente qualcosa da riprodurre.

Questa torta cornetto algida mi era rimasta in memoria dall’anno scorso e ora visto le belle giornate è arrivato il momento di farla.

Rispetto alla preparazione di Valentina ho diminuito la dose del latte condensato dato che io preferisco una dolcezza contenuta e così anche per la dose del burro da mettere nella base perchè preferisco che non se ne senta troppo il suo sapore.

Anche con queste dosi vi garantisco che la torta ha una buona riuscita.

Io non sono una gran pasticciera e faccio solo preparazioni facili e che non richiedono molti passaggi.

Quando ho letto la sua ricetta ho pensato che potevo farcela 😀 

Ed ecco qui il risultato, che rifarò sicuramente.

Non esiste mondo fuor dalle mura di Verona ma solo purgatorio, tortura, inferno. Chi è bandito di qui è bandito dal mondo e l’esilio dal mondo è morte. (Shakespeare “Romeo and Juliet” atto III – scena III

A quanto pare l’ha adocchiata anche Shakespeare 🙂

Torta cornetto algida per 8 porzioni

Ingredienti per la base

200 g di cialde al cioccolato

70 g di burro

Ingredienti per il gelato

350 panna fresca

100 ml di latte condensato

vaniglia ( 1 cucchiaino raso se in polvere o qualche goccia se essenza)

Ingredienti per il top

50 g di cioccolato fondente ( io 30 fondente al 70% e 20 al latte)

una scaglia di burro

1 cucchiaio di panna preso dal totale

( oppure due scaglie di burro senza la panna)

30 g di nocciole già tostate

Preparazione per uno stampo con diametro di 20 cm.

In un mixer tritate i cannoli di cialda usando la pulsazione, così controllerete meglio la consistenza del trito che dovrà rimanere un po’ grossolano e non troppo fine.

Questo ricorderà molto la croccantezza del cono gelato quando si arriva al punto ripieno di cioccolato.

Versate in una ciotola e unitevi il burro precedentemente fuso e raffreddato.

Miscelate bene e mettetelo in uno stampo foderato da carta forno, pressatelo con il dorso di un cucchiaio per livellarlo, io l’ho fatto salire un po’ dai lati, ma potete anche lasciare solo la base.

Poi sistemate in freezer per almeno 30 minuti.

Nel frattempo montate la panna con la vaniglia e a seguire versate a filo il latte condensato mentre rigirate delicatamente dal basso verso l’alto così da non smontarla.

Se ancora la base non fosse pronta, tenete la panna in frigo.

Riprendete la base e versate la panna livellandola al meglio, copritela con pellicola e mettete in freezer per almeno due ore.

Passate le due ore, oppure anche il giorno dopo se volete, preparate il cioccolato mettendolo a sciogliere a bagno maria con il burro e la panna se la usate.

Nel frattempo che si scioglie triturate a coltello le nocciole.

Riprendete la torta dal freezer e prendendo un po’ alla volta il cioccolato con un cucchiaio, versatelo disegnando delle linee in orizzontale e poi in verticale così a formare una griglia.

Distribuite le nocciole sopra e la vostra fresca merenda è pronta.

Se la rimettete in freezer toglietela 15 minuti prima di servirla.

Note

1 – Se non avete una tortiera delle giuste dimensioni potete sempre usare una casseruola di acciaio rivestita di carta forno come ho fatto io.

2 – Nel caso l’aveste preparata per portarla in tavola per una cena tra amici, aiutatevi prendendo la torta con carta forno e appoggiatela su una superficie piana.

Appena si sarà leggermente ammorbidita, tagliate già le fette, mettetele sul piatto di portata, totalmente piano o leggermente più grande della torta, e formate di nuovo la torta allargandole leggermente tra loro e poi mettete in freezer.

Avendo già le fette dovrete solo impiattare.

torta cornetto algida

2 thoughts on “Torta cornetto algida ice cream

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.