Tagasparagi

Risotto agli asparagi mantecato alla tahini

risotto agli asparagi

risotto agli asparagi

La stagione degli asparagi é in piena produzione e quindi bisogna approfittarne per prepararli in svariati modi. Devo dire che io preferisco il tipo verde rispetto ai bianchi seppur buoni ma piú delicati che di solito mangio solo bolliti e conditi alla semplice con olio pepe e sale ma il piatto forte a cui non rinuncio mai é il classico risotto agli asparagi. 

Oltre al classico piatto mi diverto ad apportarvi qualche semplice variante come qui e qui e anche quest’anno ho pensato ad un risotto diverso, un risotto agli asparagi verdi mantecato alla salsa Tahini.

La salsa Tahini è una salsa composta da semi di sesamo e olio d’oliva, è molto utilizzata nella cucina mediorientale e io l’ho anche riprodotta in casa, qui trovate la ricetta.

Ingredienti per 3

250 gr di riso vialone nano

300 gr di asparagi verdi

500 / 600  ml di acqua

un cipollotto

un trito di timo e prezzemolo a piacere

50 gr di semi di sesamo

20 gr di burro

1 – 2 cucchiai di olio

Preparazione

  • Frullate in un piccolo mixer i semi di sesamo senza tostarli fino a che diventeranno pasta aggiungete l’olio e continuate raschiando dalle pareti la crema, quando sará abbastanza liscia aggiungete anche il burro a temperatura ambiente e una presa di sale e frullate ancora finché amalgamato il tutto.

 

  • Lavate gli asparagi e togliete la parte piú legnosa. Tagliate a rondelle i gambi e tenete le punte intere. Fate soffriggere con qualche cucchiaio di olio il cipollotto precedentemente affettato sottilmente e gli aromi, aggiungetevi gli asparagi e un po’ di acqua sul fondo della padella per creare vapore.

 

  • Una volta cotti gli asparagi mettete da parte le punte e frullatene metá dei rimanenti. Portare a bollore circa 500 / 600 ml di acqua salata e aggiungetevi il frullato di asparagi ottenendo cosí il brodo per cuocere il riso.

 

  • Versate il riso nella padella con gli asparagi rimasti e fatelo tostare per qualche minuto. Versate un po’ alla volta il brodo rigirando spesso cosí da far uscire l’amido e renderlo cremoso.

 

  • A cottura ultimata aggiungete la crema tahini tenendone un cucchiaio abbondante da parte e rigirate bene. Quando impiattate aggiungete le punte di asparagi e un cuccchiaino di tahini.

risotto agli asparagi

 

gnocchi di ricotta agli asparagi (gluten free)

gnocchi di ricotta agli asparagi

 

Mi piacerebbe fare gli gnocchi ogni tanto ma anni fa ebbi una brutta esperienza facendo degli gnocchi di patate per una cena con i miei cognati ma una volta messo in bocca il primo mi sarei fatta sparire all’istante dalla vergogna. Erano dei sassolini e mi son dovuta fare coraggio e dire che mi dessero i piatti per toglierli dall’imbarazzo dal mangiarli comunque.

Da allora non mi son piú avventurata a prepararli e per soddisfare la mia voglia di prepararli ho trovato un’altra via preparando gnocchi alla ricotta ai vari sapori, finora non mi hanno mai tradito e in questa occasione ho preparato gnocchi di ricotta agli asparagi.

In questa preparazione l’unica cosa a cui fare attenzione é amalgamare la ricotta con la farina senza impastare con energia ma solo con gesti leggeri raccogliendo verso il centro il composto per far assorbire la farina fino a esaurimento della stessa.

Potrebbe essere che dobbiate aggiungere un po’ di farina in piú nel caso la vostra ricotta sia piú bagnata, ma non fatevi prendere la mano, vi aiuterete al momento di formare gli gnocchi spolverando con la farina .  Gli asparagi vanno cotti e fatti freddare meglio stesi in uno strato, buttate l’acqua di cottura che rilasceranno e lasciateli asciugare. Li potete cuocere al mattino e ve li troverete pronti al momento opportuno.

Gnocchi di ricotta agli asparagi

Ingredienti per 3 o 2 porzioni abbondanti

300 gr di ricotta asciutta

200 gr di asparagi  + 100 gr a parte, tutti giá cotti

100 gr di farina di riso

50 gr di amido di mais o fecola di patate

4 cucchiai colmi di reggiano grattugiato

uno spicchio di cipolla

 

Preparazione

  • Frullare gli asparagi precedentemente tagliati a tocchetti con metá della ricotta e il formaggio, mettere in una terrina e unire il resto della ricotta schiacciandola con una forchetta. Unite le due farine e mettete da parte una manciata del mix.
  • Versate sulla superficie di lavoro metá della farina, aiutandovi con una spatola appoggiatevi il composto di ricotta e spolveratelo a sua volta, non impastate con forza, dovrete maneggiare appena appena quel che vi serve per far assorbire la farina, appena incomincia ad essere appiccicoso aggiungete altra farina e continuate fino a finirla formando un cilindro.
  • Prendete un vassoio grande e spolveratelo abbondantemente con farina di riso, tagliate il cilindro in 5 – 6 pezzi e  arrotolate ogni pezzo aiutandovi con la farina messa da parte per formare rotolini da cui tagliare gli gnocchi che metterete sul vassoio giá infarinato.
  • Mettete a bollire abbondante acqua salata, nel frattempo prendete gli asparagi messi da parte e tagliateli a piccoli tocchetti tenendo le punte intere, fateli saltare in padella con un po di olio sale e un trito fino di cipolla. Frullatene un paio di cucchiai con un filo di olio e tre cucchiai di acqua di cottura ottenendo una crema di asparagi.
  • Versate gli gnocchi nell’acqua che bolle e scolateli appena salgono a galla, impiattate condendo con un filo d’olio e un cucchiaio o piú della crema di asparagi al centro sistemandoci sopra qualche punta di asparago. Servite con una spolveratina di reggiano.

 

gnocchi di ricotta agli asparagi

 

Insalata di asparagi

insalata d'asparagi

Insalata di asparagi

Gli asparagi sono in piena stagione e oltre a mangiarli nei modi piú classici tipo con le uova li ho voluti provare con la vinagrette al balsamico aggiungendo note semi dolci dei cranberry e una leggera croccantezza data dai pistacchi.

Semplice e facilissima, questa insalata di asparagi  originale nel suo piccolo portata in tavola ha anche un bel aspetto

Insalata di asparagi

Ingredienti per 2 / 3 porzioni

un mazzo di asparagi verdi

2 cucchiai di cranberry secchi

1 di bacche di goji (optional)

2 cucchiai di pistacchi al naturale

2 cucchiai di aceto balsamico

4 cucchiai di olio extrav. d’oliva

un cucchiaio di succo di limone (optional)

pepe, sale,

Preparazione

Lavate gli asparagi e tagliate la parte piú dura dello stelo, fateli lessare in acqua salata per 7/ 8 minuti o finché sono teneri ma non scotti. Scolateli e sistemateli in un piatto da portata.

Mettete i pistacchi a tostare in una padella per circa 4 minuti a fuoco basso rigirandoli spesso.

Se i cranberry sono particolarmente secchi metteteli in ammollo qualche minuto in acqua tiepida. Emulsionate bene l’olio con l’aceto.

Una volta tostati i pistacchi tagliateli grossolanamente con il coltello, sparpagliateli sugli asparagi aggiungete anche i cranberry scolati e le bacche di goji, condite con l’emulsione, un po’ di sale e pepe.

Insalata di asparagi

Asparagi alla fiamminga (Belgio)

asparagiverdi

Asparagi alla fiamminga

Riprendo una ricetta che Cinzia mi aveva portato in occasione della raccolta di ricette dal Belgio per riproporre in un modo essenziale ma gustoso gli Asparagi alla fiamminga. Il segreto di questa semplice preparazione che a me é piaciuta molto nonostante non abbia cotture particolari é nel condimento, è una ricetta veloce molto saporita che puó essere oltre che un secondo anche un perfetto antipasto.

Preparo questi “fiori” primaverili conditi con olio pepe e sale, ma anche in molti altri modi, a dir il vero li ho usati anche per un budino  ma mai avevo pensato di usare burro e noce moscata, due sapori che si sposano benissimo tra loro e che insaporiscono con un tocco in più.

 

Asparagi alla fiamminga

Ingredienti (per 2  persone)

un mazzo di asparagi freschi

2 / 3 uova

40 gr. o piú di burro

un trito abbondante composto di prezzemolo, a cui io ho aggiunto anche erba cipollina e melissa

noce moscata

Preparazione

1  – Tagliare la parte legnosa agli asparagi, lavarli e portare a bollore in una pentola alta abbondante acqua salata dove cuocere gli asparagi per poco piú di 10 minuti con coperchio sistemandoli dritti in piedi e con le punte fuori dall’acqua.

2 – Scolarli e passarli sotto acqua fredda per fermare la cottura e mantenere il loro colore verde brillante.

3 – Cuocere le uova per circa 8 minuti poi passarle in acqua fredda cosí da pelarle meglio, schiacciatele con la forchetta per renderle a grosse briciole e aggiungetevi un po’ del trito di aromi, salate e pepate.

4 -Proseguite mettendo il burro in un pentolino cuocendolo fino a che comincerá a scurire.

5 – Impiattate gli asparagi e conditeli con metá del burro fuso, distribuitevi sopra il trito di uova e il resto di burro nocciola, per finire una spolveratina di noce moscata.

 

Asparagi alla fiamminga

 

asparagi arrosto in salsa ai capperi

La primavera non si palesa e ci tocca ancora vestire con maglie e giacche, di pioggia non se ne può più,  ma la mia erba cipollina in realtà è spuntata rigogliosa a dispetto di questo tempo così antipatico. Siamo nella stagione degli asparagi ed è meglio approfittare di questo germoglio che si presta per contorni o per condire i primi piatti.

In genere preferisco quelli verdi perchè sono meno fibrosi, ma non ci facciamo mancare nemmeno i bianchi. Tutti comunque poco calorici e molto diuretici, se ci piacciono ne possiamo approfittare e fare così una “cura“ per disintossicarci.

Se volete qualche idea per ricette alternative all’uso degli asparagi le trovate in questa mia raccolta messa insieme in questi anni di blog.




Ingredienti per 2 : un mazzo di asparagi bianchi, un uovo grande, tre cucchiai di yogurt naturale, polvere di limone, qualche rametto di timo, polvere di capperi e capperi sotto sale, polvere di aglio, sale e olio.

Per la salsa: Mettete lo  yogurt a scolare per 20 minuti circa, all’interno di un colino a maglie strette foderato con foglio di carta da cucina. Intanto rassodare l’uovo e prendere il tuorlo, renderlo a crema con l’aggiunta di olio precedentemente emulsionato con foglioline di timo e un pizzico di polvere d’aglio.
Miscelare bene alla crema di tuorlo anche lo yogurt, mezzo cucchiaino di polvere di capperi salati e qualche cappero intero ben sciacquato dal sale.

Preparazione : lavare, tagliare le parti estreme più dure pelarli con il pelapatate per togliere il primo strato di solito fibroso  e sbollentarli lasciandoli  leggermente al dente.
Preparare un’emulsione di olio con un pizzico di sale, un pizzico di polvere di aglio e un trito fine di 3 steli di erba cipollina, sistemate gli asparagi al dente in una pirofila da forno abbastanza larga da distenderli per la maggior parte in uno strato, ma qualcuno lo potete mettere anche sopra allo strato stesso e conditeli con l’emulsione, infornate a 200 gradi per 25 minuti circa o finchè li vedrete leggermente dorati. Impiattate accompagnati dalla saporita salsa.

Per ottenere la polvere di capperi prendete i capperi sotto sale li strofinate con un panno per togliere il grosso del sale e poi li mettete in una padella antiaderente per qualche minuto schiacciandoli un po’ in modo da far evaporare la loro umidità, poi frullateli e avrete la polvere di capperi.

Per la polvere d’aglio invece io l’ho ottenuta tagliando a fettine sottili degli spicchi d’aglio bianco e messi ad asciugare in un vassoio di cartone sopra il termosifone, così anche per le bucce di limone senza la parte bianca, una volta essiccate basterà frullare.

Ora che i termosifoni sono spenti se siete più fortunati di me e lì da voi splende il sole potete semplicemente mettere tutto al sole qualche ora, o in alternativa accendere il forno a circa 150/160 gradi e controllare ogni 15 minuti il livello di essiccazione.

Questo è anche il mio contributo alla raccolta WHB 382 che questa settimana ospita Elena, come sempre vi ricordo che se volete partecipare alla raccolta basterà mandare la vostra ricetta con foto a [email protected] e segnalare nel vostro post la vostra partecipazione alla raccolta. La raccolta verrà pubblicata anche da Haloo (organizzatrice internazionale) per la versione in inglese, mentre Brii è l’organizzatrice per la versione italiana e Kalyn ne è stata la fondatrice. Per saperne di più leggete qui 

Enjoy this blog? Please spread the word :)