pudding al latte evaporato e pesche sciroppate

pudding al latte evaporato

Un pudding per i ricercatori che si trovano in Antartide e per i quali il nostro gruppo di viaggiatori  virtuali dell’Abbecedario stiamo preparando una raccolta di ricette adatte al territorio piuttosto difficile da vivere in cui i ricercatori si trovano a lavorare.

abbecedario mondialeInfatti si devono accontentare di prodotti surgelati o confezionati, raramente e solo pochissimi i prodotti freschi, il perché lo spiega bene Brii   che raccoglie tutte le nostre preparazioni.

Ho scelto quindi un dessert molto veloce che ha però bisogno di riposare al fresco qualche ora ma questo passaggio in Antartide non é certo un problema e se lo metteranno all’aperto a loro basterà sicuramente una manciata di minuti.

Ho usato il latte evaporato che é il latte condensato non zuccherato e dato che l’ho miscelato con lo sciroppo delle pesche non ho aggiunto zucchero, ma io confesso che amo i dessert con poco zucchero, se voi avete un palato zuccheroso vi conviene aggiungerne almeno un paio di cucchiai o del miele.

 

pudding al latte evaporato

Con lo stampo da me usato ne escono 6 fette. (diametro 14 cm)

 

Ingredienti :

1 – un barattolo di latte evaporato da 380 ml.

2 – un barattolo di pesche sciroppate

3 – 3 cucchiaini da caffé pieni di gelatina agar agar in polvere

4 – sciroppo d’acero a piacere

 

Preparazione :

Versare un bicchiere del latte evaporato in un pentolino e unire l’agar agar rigirando per farla sciogliere, mettere su fuoco basso portare a bollore e far bollire per 4 minuti rigirando spesso.

Aprire il barattolo di pesche sciroppate e tagliarne 4 metá a piccoli cubetti.

Unire lo sciroppo al latte evaporato e versare anche quello amalgamato con la gelatina, rigirare e riempire uno stampo da 14 cm. di diametro (15 di altezza).

Aggiungere ora le pesche distribuendole tutto intorno, che affonderanno sul fondo cosí da vederle una volta sformato il budino.

Mettere in frigo per almeno 5 / 6 ore. Servire con un velo di sciroppo d’acero.

Note

1 – Io l’ho preparato a metá mattina e l’ho mangiato per merenda, quindi i tempi dati si riferiscono a questo mio utilizzo.
2 – nel caso la gelatina facesse grumi raccoglietela con un piccolo colino a maglie strette e con l’aiuto di un cucchiaino setacciatela all’interno dello stesso liquido.

 

pudding al latte evaporato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.