Parlando di asparagi e ovi – uova nello specifico

Li ho fatti molto semplicemente come li ho sempre mangiati a casa mia, da piccola, a dir il vero gli asparagi li assaggiavo solo, ma mangiavo “i ovi al cereghin”. Il paese dove sono nata e vissuta fino a quando non mi sono sposata……qualche “annetto” fa , praticamente dista pochi km dal confine con la Lombardia, quindi non so se questo sia dialetto veronese o mantovano perchè lo sentivo dire anche da amici mantovani, ma comunque le uova così cotte richiamano la cerega che non è altro che la chierica dei frati, da lì quindi “cereghin” .

Ora vi do una dritta su come fare queste uova che poi dovrete adagiare sugli asparagi.

Per la loro riuscita occorre :1) qualità delle uova (che devono essere freschissime), 2) scelta del tempo ideale di soffrittura del burro (che deve imbiondire e spumeggiare,3) tempo di cottura, il tuorlo non deve coagulare. Persino la salatura è importante: è opportuno dirigere il sale sul solo albume per evitare la formazione di macchie nel tuorlo. Ma il vero segreto e l’unica vera difficoltà è rompere le uova delicatamente e istantaneamente, evitando che il tuorlo perda di integrità o che residui di guscio restino inglobati nell’insieme.

Il sistema migliore è quello di battere seccamente, con una oscillazione del polso, l’uovo nella sua fascia mediana sull’orlo del tegame, aprirlo facendo leva con i pollici sui lati del taglio formatosi nel guscio. Occorre procedere con delicatezza per evitare che i bordi del guscio “feriscano” il tuorlo mentre cade nel tegame. Il tuorlo deve apparire tutt’intero, ballerino e tridimensionale. E ora dato che l’ovo al cereghin ha sempre rappresentato una ottima occasione per pucciare il pane, pucciate pure.

Ma se vi fosse venuto qualche dubbio sulla descrizione di questa ricetta e sempre che siate ancora qui, vi informo che questa era una prova di resistenza alla mia capacità di rompere……… delicatamente………… proprio come il segreto per fare queste uova, che da qua sotto sembrano spiarvi!! Se siete arrivati fin qui AVETE SUPERATO BRILLANTEMENTE LA PROVA DI RESISTENZA…….o DI ROTTURA…. a voi il dilemma…e uova siano.

 

Please follow and like us:

17 thoughts on “Parlando di asparagi e ovi – uova nello specifico

  1. Maddea:ciao, grazie della visita e buona domenica!

    Mariluna: spiegazione perfetta…….ma da esaurimento se la si segue ahah bacio!

    Babi: appena ho più tempo arrivo, ciao e a presto.

    Stefano:….sai comè……impara l’arte……e mettila da parte…..
    questa in particolare..non la considerare proprio.

    Alessia: sempre frittata……su su un po’ di fantasia….eheheh ciaoo!

    camalyca-la mucca pazza:non far appassire gli asparagi,intanto ehh!

  2. Ho superato la prova resistenza/rottura! Sono stata brava? Ih! Ih! Ih! 🙂
    Ma lo sai che proprio stasera tornando da lavoro avevo comprato degli asparagi e non sapevo come farli? Rimando a domani perchè non ho le uova 🙂
    Un abbraccio

  3. Mamma mia la crema di asparagi deve essere favolosa e io che mi limito alla frittata!!! Devo rimediare assolutamente Complimenti ancora un bacione Alessia

  4. è da un sacco che non mangio asparagi, che buoni! asparagi e gamberi? molto originale!!!
    se hai tempo passa da me: c’è un meme che ti aspetta, kisses

  5. Piatti semplici e gustosi..il secodo poi…brava a spiegare bene i passaggi di come fare l’uovo…perfetto..un bacio

  6. Val:leggili con cura ehh!!

    Fra:l’allenamento è una buona norma,
    ma la specializzazione -rompi uova- sicuramente è da consigliare, ahahahah, qualchevolta a qualcuno non serve nemmeno, è specializzato di suo.

    Virginia: son contenta di aver contribuito, salutoni!

    Saretta:ahhh! così imparo le lingue.

    Carla: e allora vaiii con asparagi.

    L’Ode al Pomodoro :aaahhhh, ma meno male,mi confermi che ci sei,allora bacioni e passa a salutarmi.

    Camomilla:inventare è piacevole,e quindi vada per asparagi e gamberi, ciaoo!

    Lo: calmati e respira…..snoda il polso……e ora batti l’uovo…Ok,dove è finito? spero nella pentola….Ciao bella gallinella, è sempre un piacere averti qui.

  7. usti…ora che ho letto tutto mi è venuta l’ansia da prestazione e non so più se so fare le uova……oddio….comunque la cremina è fantastica

  8. Ciao! L’abbinamento asparagi e uova è ottimo e consolidato, quello con i gamberi non l’avevo mai sentito… Devo prendere nota della tua ricetta!
    A presto, buona serata!

  9. Ue’ veronese, son viva solo che non ho veramente un minuto….infatti sono gia’ passati 10 secondi ed e’ ora di andare…tic….toc….tic….toc……mi faccio viva…..prima o poi….un abbraccio e grazie del msg!!
    Laura

  10. Ciao astrofiammante e grazie per passare da me :))
    Eh si per gli aspragi bisogna sbrigarsi a mangiarli che fra un po’ freschi non ci saranno più.
    Bel post! A Kiss
    Carla

  11. Ah, quanto mi sono piacevolmente rotta! Bellissime queste ricette!
    E proprio bello anche il blog! Adesso faccio un giretto…

  12. so di ripetermi ma…quanto mi piacciono gli asparagi (le uova poi sono la morte loro). Una domanda: esiste una scuola di specializzazione per la rottura delle uova o un duro allenamento fatto di flessioni sui polsi può bastare ;P
    Un bacione
    Fra

  13. Oh, come deve essere buona questa crema di asparagi e gamberi! La proverò!
    Interessanti i consigli pratici, andrò a rileggermeli con attenzione. A presto, ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.