uova alla benedict di New York

 

La domenica che dovevamo prendere il treno a New York per Boston, abbiamo pranzato allo Standard grill

Già la sera prima avremo voluto andarci, ma era pieno, perciò abbiamo detto, perchè no domani?

Il posto ci ispirava e ci volevamo andare. Il menù prevedeva dei brunch e io mi son buttata con le uova alla benedict di cui avevo sentito parlare ma senza aver approfondito di cosa si trattasse.

Ho pensato alle solite uova e bacon, in realtà non sono così sempliciotte.

Oltre alle uova in camicia che non sono proprio una passeggiata farle bene, vi sono gli english muffin, il bacon, la salsa olandese e ovviamente ci vuole anche un contorno e giusto per restare nel saporito, vada per patate arrosto ben condite.

Dopo questo brunch si hanno energie anche per andare a Boston a piedi 🙂 

La foto sopra sono le uova alla benedict che ho mangiato a New York, e a quanto pare erano più gialle rispetto a quelle che ho usato io, che vedete nelle foto sotto a cui come contorno ho messo delle rondelle di zucchine arrostite nel piatto crisp MO, con pochissimo olio.

Per gli english muffin che ho fatto (vedere post)

mi ero raccomandata che non venissero mangiati, appunto per fare queste uova alla benedict, ma al mio ritorno ne mancavano già.

Ho ripetuto l’appello ma dando un’ occhiata più tardi … accidenti ne trovo solo due, qualcuno non aveva sentito  [email protected][email protected]!!!???####%%  fulmini e saette.

Guai e dico guai a chi si mangia questi due!!!!!!! dato che il capo famiglia aveva storto il naso per via della leggera dolcezza del pane, per lui non l’avrei usato, e con due almeno qualcosa ci riuscivo ancora fare, il giorno successivo mi metto a fare la salsa olandese, rosolo la pancetta.

Preparo le uova in camicia e ora per ultimo tosto il pane … il pane … ma dov’è il pane … era qui nel sacchetto, ehiiiii qualcuno per caso si è mangiato il pane????

io no … io no … ehh già e come mai non c’è??? non ci posso credere, chi aveva storto il naso se l’era pappato e la spiegazione?

perchè ti sei mangiato il pane che non era un granchè???? risposta – perchè il giorno dopo mi [email protected][email protected]!!!!!!????  

Alla fine della fiera il pane che sta sotto le mie uova sono fette di una baguette, la prossima volta metterò gli english muffin in cassaforte!!

Ingredienti per 4 persone:

8 uova freschissime medie (io biologiche),

4 english muffin,

1 fetta di bacon o prosciutto cotto leggermente spessa da tagliare in 4,

8 cucchiai di aceto bianco,

sale e pepe.

Ingredienti della salsa olandese :

4 tuorli,

120 gr. di burro meglio se chiarificato,ma non indispensabile,

1 cucchiaio di succo di limone o aceto bianco,

sale e pepe, io ho aggiunto un pizzico di paprika.

preparazione delle uova

Fate bollire in una casseruola di media misura (non piccola) riempita a metà di acqua non salata, quando bolle abbassare il fuoco.

A parte aprire le uova e posarle ciascuna in una tazza differente con due cucchiai di aceto bianco.

Poi con l’aiuto di una frusta formare un vortice nell’acqua e far scivolare l’uovo nel suo centro, in teoria questo dovrebbe far avvolgere il bianco attorno al tuorlo, ma non è proprio così meccanico.

Far cuocere per 3 minuti, scolarlo con il mestolo forato delicatamente per non romperlo e posarlo su un foglio di carta da cucina ripiegato in due, per scolarlo, continuate con questo metodo anche per le altre uova.

A parte in una padella antiaderente dorate la pancetta, scolarla quando è abbrustolita ma non croccante e intanto tostate anche l’english muffin o le fette di baguette, sulla graticola o nel tostapane.

Preparazione della salsa olandese  

In una casseruola che possa servire per eseguire la cottura a bagnomaria, sbattere i tuorli con le fruste, continuando, aggiungete il limone e proseguite fino a ottenere un composto omogeneo e chiaro.

Appoggiate la casseruola sulla pentola d’acqua che bolle appena appena, continuate a sbattere dovrà addensare e raddoppiare di volume, versate a filo anche il burro precedentemente sciolto continuando a sbattere per qualche minuto, togliete dal bagnomaria, regolate di sale, ora sarà pronta da versare sulle uova.

In quanto agli english muffin vi rimando all’altro post, con questa ricetta partecipo all’Abbecedario  del mondo   ospitato in questo periodo da Simona 

abbecedario mondiale

 

21 thoughts on “uova alla benedict di New York

  1. Stupenda ricetta, ho solo un annotazione da fare..nella salsa olandese il burro quando lo inserisci?? mi pare (o forse non l ho visto io) che non lo hai scritto
    Grazie

    Anna

  2. quanto m'hai fatto ridere con la storia del pane!!! :*DDD
    mi sembra proprio di vederlo il ladro che, quatto quatto, apre il sacchetto guardandosi intorno e riempiendosi le guance come un criceto! :DDDD
    Ciao a presto e buona serata!

  3. Ora ci sono tutte 🙂 Senti ma quelle specie di pancake di sanpietroburgo secondo te ci stanno bene per la U di Uova? Pensaci e fammi sapere 😉

  4. Fabiana – anch'io, sono davvero un piatto unico!

    chamki – eh è vero, ma per dover di cronaca….^_______^

    Alice – certo!!

    Lo – hai ragione devo farmi sentire!! seeeeeee ^________^

    Pellegrine – mal comune mezzo gaudio ;-))

    Lory b – grazie, ti aspetto volentieri!

    Cri – sei un'attenta osservatrice…..io non ci ho mai fatto caso 😉

    marifra – pure lì succede? ^________^

    Ornella – dobbiamo riuscire a domare questo blog, che dici? ci proviamo.

    Saretta – uhhhhhhhhh qualche volta uluuano pure ;-))

    terry – ohh con questa si va alla grande anche fino a colazione ^______^

    Giulia – te lo consiglio ^___^

    Alda – ma tu da che parte stai???? 😉

    Twee – ciaooo, aspetto le tue allora ^_____^

  5. aaahh!! nooo!!! le eggs benedict sono una mia fissa da quando le ho mangiate alle hawaii con il salmone affumicato..replicare da zero nn e' facile ma mi hai ispirata 🙂

  6. E se fosse il contrario? Se lui cucinasse e volesse fotografare, sei sicura che saresti capace di resistere? Del resto con le belle cose che prepari non è difficile pensare alla voglia che scatenano…

  7. Tanto sentite nominare ma mai avuto idea in cosa consistessero davvero!
    molto intriganti… un'ottima colazione per una giornata da turisti in giro … come le super colazioni inglesi che amavo fare io…tiravo aavnti fin sera!:)

  8. Gioia!Cavolo mi sono persa delle ricette davvero interessanti..quegli english muffin devo troppo rifarli!!!!
    Il resto ti è venuto comunque una meraviglia, nonostante i lupi mannari che albergano in casa tua!!!:D
    Baci

  9. Una ricetta appetitosissima,complimenti anche per la presentazione, che dovrò assolutamente assaggiare! Io ho problemi con i post già pubblicati se ho bisogno di fare delle modifiche mi stravolge tutto! Non sono ancora riuscita a capirne un'acca…bacione

  10. Possibile che siano tutti uguali??? Certo però… resistere sarebbe stato troooooppo difficile!!!!
    Ricetta da provare!
    Un abbraccio

  11. Una RICETTA STREPITOSA, vien voglia di mangiarla solo guardando le foto. Certo che se ci fossero stati i muffin…però che ti devo dire lo conosco anche io il marito che critica e poi per "farti un piacere" si mangia tutto!!!Baci a presto

  12. Marta….qui devi prendere in mano la situazione…sistemare blogger e le sue interperanze, legare le manine ai ladri di pane e …continuare con queste ricettine buone! un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.