asparagi in nero

Ho voluto provare questo riso che ho visto in qualche ricetta, non ho fatto caso ai tempi di cottura e dopo circa 12′ ho assaggiato per sentirne la consistenza…..era praticamente crudo….riprendo in mano il sacchetto e spulcio fra le righe scritte in piccolo giusto per invogliarti a lasciar perdere…..
e finalmente scovo il tempo cosaaaa? 45 minuti? ma sono le 13….a che ora mangeremo? ho la soluzione….vada per la pentola a pressione, almeno dimezziamo i tempi…..e così è andata.

Ingredienti per 3 : 250 gr. di riso venere, un mazzo di asparagi bianchi, un pour pourri di erbette aromatiche fresche ( 3 foglie di melissa, 3 di menta fragola, due steli di maggiorana, due steli di timo, 2 ciuffetti di origano, un bel ciuffo di prezzemolo, e uno spicchietto di aglio) voi usate quelle che volete, ma io ho usufruito del mio raccolto aromatico di cui mi sono appropiata la domenica a este. Olio, sale e brodo vegetale, circa mezzo litro, non l’ho controllato esattamente.

Preparazione : pelate gli asparagi con il pelapatate, togliendo così la parte filamentosa, tagliate le punte lasciandole lunghe per circa 4 cm. e il resto del gambo invece a tocchetti. Le punte cuocetele al vapore con mezzo litro d’acqua poi utilizzatela per fare il brodo vegetale con un dado biologico, e mettere a bollire il riso, (ricordate i tempi di cottura). Tritate tutte le erbette e l’aglio e mettetene due cucchiai nella pentola con un po’ d’olio, fatevi passare qualche minuto i tocchetti di asparagi, e aggiungete poi tanto brodo quanto a coprire a filo gli asparagi, lasciate cuocere senza coperchio. Una volta cotti prendetene metà, frullate e mettete da parte la crema ottenuta. Ora prendete le punte e fatele rosolare lentamente nel rimanente trito aromatico con olio e sale. Una volta cotto finalmente il riso, aggiungetevi gli asparagi a tocchetti e metà della crema, una buona spolverata di grana e una noce di burro per mantecare. Per impiattare usate la crema e le punte che io ho tagliato a metà e posato sopra.
P.S. il riso pur essendo cremoso è rimasto un attimo al dente, ora non so se lo dovevo lasciare ancora un po’….ma la pazienza esaurita dei commensali non l’ha permesso….gli asparagi si coloreranno di nero, per cui le punte le dovrete mettere solo all’ultimo, se le volete bianche.

 

Please follow and like us:

19 thoughts on “asparagi in nero

  1. lenny – davverooo…grazie dell’informazione, perchè nella dispensa ho pure quello, bacio!

    Artemisia Comina – devi pensare che sei proprio una sbadatona ^_________^
    ma forse i tuoi commensali erano più disciplinati dei miei, baci!!

    NIGHTFAIRY – allora provaci, è buono e anche tu fai attenzione ai tempi, bacissimi!

  2. che devo pensare di me che li avevo letti? :DDD

    ne ho un nuovo pacco sotovuoto, e non mi decido ad aprirlo 😉

  3. Sono incorsa nella stessa disavvenura, di recente, la prima volta che ho cucinato il riso rosso selvatico …..
    Ho un pacchetto di rso venere, ancora da provare e questa volta sono preparata …
    Seguirò il tuo consiglio 🙂

  4. Virò – ha un leggero sapore diverso
    …però non so come descrivertelo..
    si avvicina al riso basmati…

    Stellinabis – ehh dai, faglielo allora ;-))

    manu e silvia – in effetti, è stata una bella scoperta…a parte i tempi di cottura:-)))

    Tania – grazie per il complimento, ciao!

    Luca and Sabrina – acc..che lunga attesa….abbiamo imparato a nostre spese ;-))

    Lo – ne è valsa la pena…ma vaglielo a dire a chi ha fame ;-))

    Gunther – allora ti ho stuzzicato…ora bisogna provarci..

    Mirtilla – la fantasia aiuta molto 😉

    Irish Coffee – sarà il caso che metti un post-it sul sacchetto …cominciare almeno un’ora prima…

    Cri – belli abbinamenti…da tener presente in futuro, bacio!

    fra – mi raccomando…guarda l’orologio prima di buttarlo in pentola…e vedi se è il caso ;-))

    Simona – ciaooo, grazie del complimento!

    dada – ho l’impressione di non essere un caso, relativamente ai tempi di cottura ;-)) ciao!

  5. Anch’io, stessa esperienza, tutta ottimista e fiera della mia scelta…non avevo visto i tempi di cottura :-(. Comunque la tua proposta mi sembra ottima e molto raffinata!

  6. Ho un pacchetto di riso venere ancora da aprire e l’abbinamento con gli asparagi mi sembra davvero molto azzeccato…non mi resta che provare!
    Un bacione e buon fine settimana
    fra

  7. ma lo sai che la prima volta che l’ho assaggiato, era con gli asparagi?
    Però asparagi viola liguri e con una fondutina di robiola meravigliosa (anche il tris di colori era particolarissimo!)

  8. cavolo che coincidenza
    ieri sera ad una cena ho mangiato il riso con asparagi
    nulla a che vedere con questo però
    45 minuti di cottura????
    non utilizzo mai la pentola a pressione, dovrò iniziare parecchio prima per arrivare all’ora giusta in tavola
    ma la ricetta merita 😀
    grazie anche a te del passaggio
    prendo qualche nuova idea tra le tue pagine, in cucina non se ne sa mai abbastanza 😛
    buon week end

  9. La stessa cosa è successa a noi, ma a cena. Il riso dopo venti minuti era crudo, dopo mezzora idem. Non sapevamo se rinunciare o continuare la cottura. Abbiamo continuato e dopo quasi un'ora, il riso venere era arrivato al punto di giusta cottura. e' stato estenuante, ma ne è valsa la pena. Il tuo piatto si presenta molto bene, d'effetto e poi gli asparagi sono sempre buonissimi!
    Baci da Sabrina&Luca

  10. Oddio che abbinamento! Come colori è impareggiabile e già immaginiamo che strano profumo hai ottenuto con anche le spezie (già il riso è profumato di suo..).
    baci baci

  11. Ma che abbinamento interessante, credo che un piatto bianco-nero da qs parti sarebbe un successo! 😀

  12. Uh…il riso lo cucino sempre nella pentola a pressione, così come la polenta, il polipo ed i legumi… Trovo che sia una cottura soddisfacente, in particolare proprio per il riso…

    Questo nero l’ho sempre visto preparato dagli altri ma non l’ho mai provato: ha un sapore particolare?

    Sempre bello l’abbinamento con gli asparagi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.