gelato ai lamponi e rosa

Si sarà capito……forse chi mi viene a leggere più spesso o chi mi conosce di persona….si sarà reso conto che mi piace cucinare ma le cose troppo lunghe e che hanno bisogno di essere riprese più volte per arrivare al dunque non fanno per me, leggendo dei vari gelati che vedo in giro mi invoglio a farne, ma il problema è che spesso sono fatti con la gelatiera che io non ho…..avevo anche deciso di prenderla…..ma mi guardo in giro…..e deduco che l’unico posto dove cominciare a riempire sarebbe sopra i pensili della cucina, dato che in basso è decisamente al completo, mi convinco che là sopra non sarebbe propriamente comoda ……che faccio ….rinuncio al gelato fatto in casa ?

direi di no, opto per una versione personale e  mi faccio un gelato che probabilmente è il genere di gelato più semplice che c’è ma svolge comunque bene il suo ruolo…..e soprattutto non soffre di prurito e non ha bisogno di essere continuamente grattato per rompere cristalli vari.

Dato che il gelato è rosa può partecipare alla raccolta di Aurore

ingredienti per 4 porzioni : 300 gr. di lamponi, 60 ml. di sciroppo alla rosa, 300 gr. di yogurt greco o formaggio philadelfia.
Preparazione : frullate i lamponi e setacciateli se non volete sentire i semini, incorporate lo sciroppo e amalgamatelo e poi a seguire anche lo yogurt.
Mettete il composto nelle formine che preferite e ponetele in freezer, toglietele circa 15 minuti prima di servire, impiattate su un fiore formato da fettine di kiwi e decorate con polvere di fragole e una fettina di fragola essicata.

Per i curiosi di formine 😉 vi lascio le foto di quelle che ho usato

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

20 thoughts on “gelato ai lamponi e rosa

  1. Questa ricetta è fantastica, la presentazione la fine del mondo, ti faccio i miei complimenti! 🙂
    Mi piace davvero molto il tuo blog!
    Buona cucina!

    Babi di rossociliegia

  2. Mi aggrego….anche io son per preparazioni pratiche e non troppo laboriosi… carinissimo questo gelato mono porzione! tempo fà ne feci simili gusto pistacchio e marzapane… comodi …li presenti con facilità e buonissimi!
    brava!

  3. Stefania – in effetti vedo che vi piace l'insieme ^______^

    Barbara – hummmm ….che fai mi prendi in giro 🙂

    Simona – come dice Stella più su…di necessità virtù, ti ho messo la foto, ciao!

    Martina – ciao, verrò a trovarti 😉

  4. Ma questa ricettina è splendida! Un gelato senza la gelatiera (che non ho) fatto con yogurt greco? Spettacolo! Te la copio al volissimo (anche se io non ho quelle formine carine che hai usato tu 🙂 a proposito: sono in silicone, le tue?
    un saluto
    simona

  5. Ma quanto romanticismo in casa Astro con questo gelato a forma di cuoricino spolverato di polvere di fragola… o di fata? 😉

  6. Viola – ma sì avventurati, male che vada ne fai un frullato 😉

    Marifra – tu non mi stuzzicare …che va a finire che la metto sul balcone ^_______^

    Alex – in effetti oltre al problema spazio…l'altra considerazione è proprio quella ……..quanto la userò?? fossimo più vicine potremo noleggiarci i vari tafanari che abbiamo ….così ci togliamo lo sfizio e la cosa poi finisce lì…….intanto vai di lamponi e rose, ciauzzzzzzzz

    Aurore – meno male che Saretta me l'ha ricordata, ciao!

    Dede – ehhhh ti credo che regali il simac….poi mi passi al factotum Bimby …..mannaggia a te non mi mettere altre idee per la capoccia…meglio vada a preparare le valigie comprese dei tuoi utilissimi appunti, bacione!

  7. ho avuto e adoperato per lunghi anni una gelatiera Simac, poi il momento magico è passato, e la gelatiera è stata regalata ad un'amica. Ora quando mi viene l'ispirazione il gelato lo preparo nel bimby: un sacchetto di frutta congelata a tocchetti, un cartoccio di panna o di yogurt e poco zucchero. Ideali le fragole, ma anche con pesche o albicocche il risultato è sempre apprezzabilissimo, e ci vogliono solo cinqua minuti

  8. Io la gelatiera l'ho comprata l'anno scorso, presa dall'entusiasmo ho fatto un gelato dopo l'altro. Quest'anno invece sta lì nell'armadio e non mi va di tirarla fuori (anche perchè non ho più spazio in freezer).
    Lamponi e rose è un matrimonio davvero perfetto. E non dovrei neanche tirare fuori la gelatiera :-))

  9. Io l'ho acquistata quest'anno,è comodissima credimi,l'avessi presa prima! Il modello che è piccolo e poco ingombrante,mi ha conquistata per questo avendo lo stesso problema dello spazio! Comunque mille complimenti per il l'ottimo risultato!
    Un abbraccio

  10. Dev'essere davvero delizioso questo gelato.
    Anch'io non ho la gelatiera,e per questo non mi avventuro mai nella creazione dei gelati…
    Però visto il tuo risultato direi che vengono splendidamente comunque
    Complimenti…..
    A presto

  11. Azabel – belli verooo 😉

    Saretta – qualcosa ti inventarai pure tu….grazie dell'avviso 😉

    Twostar – ahah, saresti una brava promoter, detto così il mio gelato diventa irresistibile, brava Stellina, buonizzzzima serata ^________^

    Simona – è vero, è la prima volta che le uso ma promettono bene….tempo al tempo e un posticino riuscirò a scovarlo, ciauzzzzzz

    Sabri e Luca – vista la forma del gelato ve lo dedico, direi che è proprio adatto a voi , bacio!

  12. Anche senza gelatiera te la sei cavata benissimo, poi con che gelato sublime ci tenti! La gelatiera è vero che è ingombrante, ma siamo riusciti a trovargli un posticino e a dire il vero, in questo periodo la usiamo spessissimo e nel suo scatolone ci sta poco!
    Baci e buon fine settimana
    Sabrina&Luca

  13. Le formine a cuore sono adorabili! E il gelato ti e' venuto di un color rosa davvero carino. Devo ammettere che sono una sostenitrice della gelatiera. Occupa spazio, ma se la usi, ripaga l'ingombro. Io ho quella il cui contenitore va tenuto in freezer, quindi di spazi ne occupa due.

  14. Di necessità virtu 🙂 e con una presentazione così romantica non si può che cedere alla dolce tentazione!
    Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.