english muffin….non i classici muffin

 

Ho avuto occasione di mangiarli a New York e mi erano piaciuti perciò volevo  un po’ capire di cosa si trattava, facevano parte di un’altra ricetta che seguirà questa…….una cosa alla volta ehhh….


Quando ho letto gli ingredienti  mi son detta che non erano altro che dei panini al latte e che forse non valeva la pena di darle considerazione. Però in un secondo tempo la curiosità mi ha fatto tornare sui miei passi per leggere anche la preparazione.

E qui invece mi sorprendo perchè del pane che si cuoce in padella è davvero curioso, non mi era ancora capitato di leggere di panini cotti in padella e senza alcun grasso…..decido che non era il caso di soprassedere, e dato che facevano parte di un’altra ricetta che avevo in mente, mi son buttata e li ho fatti seppur le mie capacità panificatrici non siano eccelse.

ingrediendi : 500 gr. di farina manitoba, 300 / 350 ml. di latte, 1 cucchiaino di sale, 2 cucchiaini di zucchero, 15 gr. di lievito fresco o una bustina di quello secco da 7 gr., io ho usato due cucchiaini di lievito madre disidratato, farina di mais fioretto quanto basta, ma va bene anche del semolino o della farina di riso.

Preparazione : mettere lo zucchero e il lievito nei 300 gr. di latte tiepido (non caldo) rigirando giusto per far sciogliere le due polveri, mettere  il sale nella farina. Riunire tutto in una ciotola o nell’impastatrice e lavorare fino a ottenere un impasto elastico e morbido ma sostenuto, aggiungete l’altro latte un po’ alla volta, solo se la farina lo richiede.  Io l’ho versato tutto in una volta e mi son ritrovata con l’impasto un po’ troppo morbido.
Al momento non ci ho fatto caso, ma quando dovevo dare forma ai panini si spatasciavano allargandosi un pochetto, perciò le mie formine non sono propriamente rotonde come dovrebbero essere.

Coprire e lasciare lievitare fino al suo raddoppio, circa da un’ora a due a seconda della temperatura ambiente. Riprenderlo e lavorarlo altri 3 – 4 minuti e lasciarlo di nuovo mezz’ora a lievitare.

Ora spolverare con il fioretto il tavolo dove lavorate e senza rimpastare troppo l’impasto dategli  la forma di un cilindro da circa 25 / 30 cm. poi tagliatelo a rondelle di un paio di cm. di larghezza e posatele su un foglio da carta forno anch’esso spolverato con il fioretto, premetele leggermente con il palmo della mano ottenendo così dei cerchi alti 2 cm., spolverate anche sopra con il fioretto. Coprite con un panno e lasciate un’altra mezz’ora.

Scaldate a fuoco alto una padella meglio se di ghisa o con fondo spesso e antiaderente, io di ghisa ho quella per grigliare e ho usato quindi una semplice padella liscia antiaderente. Portate  il fuoco a media intensità e mettete 3 o 4 panini, a seconda di quanto è capiente la padella, lasciando circa dai 6 ai 7 minuti per lato, dovranno prendere un colore ambrato sulla base da ambo i lati.
Metteteli in un panno e copriteli (per non farli diventare troppo croccanti), devono rimanere morbidi, continuate  finchè finirete di cuocerli tutti e lasciateli raffreddare dentro il panno.

Con questa ricetta partecipo all’Abbecedario  del mondo   ospitato in questo periodo da Simona
abbecedario mondiale

25 thoughts on “english muffin….non i classici muffin

  1. Favolosi questi paninetti, i preferiti di mio marito quando andiamo in vacanza… proverò sicuramente la tua ricetta!!!
    Felicissima di aver scoperto il tuo blog!
    E' bellissimo 🙂
    Mi unisco ai lettori volentieri
    ciao
    Jorgette

  2. Antonella – hanno stupito anche me, grazie 😉

    Saretta – ma sì dai, la nutella con il pane ci sta sempre :-))

    francesca – decisamente comodi quando non vogliamo accendere il forno, ciao e bentrovata!

    Marifra – curiosissimi!!! ciao.

    Ornella – devo venire a vedere la tua ricetta per capire se è alla mia portata 😉 ciao.

    Stefania – se li ho fatti io, tu vai sul sicuro ^_____^

    Simona – ehhh tu sì che te ne intendi ;-)))

    Aldarita – questi se li suoni sono dei piccoli tamburi ;-))

    Fairy – brava, ne vale la pena, ciao!

    Simo e Cla – bentrovate, una ricettina che vi stupirà, ciao!

    Terry – ho visto i tuoi e per la mia colazione sarebbero un bel diversivo!

    Ale – grazie, deliziosi tostati!

    Lory b – grazie, son contenta che ti piacciano le ricette fantasiose, ogni tanto io mi ci diverto!!

    Giulia – ehhh, ma così mi monto la testa ^________^ ciauzzz

    Pagny – da te me lo aspettavo che balleggiassi ^__________^ abbiamo un italiano tutto nostro ehhhh, bacione!

    Sabri – è decisamente perfetta proprio per quei giorni, segna! a presto, ciao.

    Gunther – curiosi, vero?

  3. Concordo con te, mi piacciono queste cotture in padella. Mi stampo la ricettina per quando mi vien voglia di panotti, ma non mi va di accendere il forno. Buona domenica

  4. Che buoni e che belli!!!A me le ricette fantasiose piacciono, ed il pane cotto in padella lo è! Super complimenti e mi aggiungo ai tuoi sostenitori!!!!!!!!
    A presto!!!!!

  5. IO gran muffins normali ma non ho mai provati questi storici inglesi… è una vita che li voglio provare… per ora come focaccine inglesi…solo i crumpets:)))

  6. Belli!!! Io li faccio di solito ma l'impasto prevede la ricotta e quindi non sono così alveolati, ora provo i tuoi poi faccio i confronti

  7. Che bella idea veramente originali questi muffin! Io di solito cucino le pites per i souvlaki in questo modo e devo dire che mi piacciono molto!Ciao e buona giornata

  8. Che particolari mai visti dei muffin cosi'!!!!!!
    Poi altra cosa super particolare la cottura in padella!!!

    Bravissima
    Baci Francesca

  9. mai vista una cosa del genere…che belli che sono…e ora mi hai proprio incuriosita…voglio proprio vedere cosa c'hai fatto…io me ne mangerei anche uno così adesso con la nutella…ho una gran voglia di dolci stasera…baci

  10. mai sentito dire di panini che si cuociono in padella!non era affatto da sottovalutare ,hai proprio ragione!Complimenti!Sono venuti proprio benemsembrano morbidi ben alveolati all'interno,bravissima!!!Felice serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.