A Brixen per la festa del pane

festa del pane

Oggi vi porto un po’ a spasso nella piccola cittadina di Brixen o Bressanone in tirolo, una bella cittadina con bei palazzi nobili e negozi che si snodano sotto i portici antichi nelle vie pedonali del centro.

Nel primo fine settimana del mese si è tenuta la festa del pane a cui ci e piaciuto partecipare godendo di vista e palato., siamo stati infatti a Brixen per la festa del pane.

Bressanone, è raggiungibile in un paio d’ore da Verona percorrendo l’autostrada del Brennero uscita di Chiusa, e se impostate il vostro navigatore per arrivare all’albergo assicuratevi che non sia cosi puntiglioso da farvi arrivare passando dal centro pedonale dove vi sentirete così osservati da sentirvi decisamente a disagio, meno male che qualcuno intuendo la nostra ignoranza viabilistica ci ha fermato e indicato come uscire senza peggiorare la situazione.

Iniziamo la passeggiata a Brixen per la festa del pane  camminando nelle viuzze acciottolate che ci portano al centro ma col naso per aria per ammirare i muri delle case decorati o fioriti

e le belle finestre sporgenti sui piccoli balconcini…

 

attraversiamo il ponte dell’aquila …

 

che passa sopra le acque limpide del fiume Isarco …

 

ed entriamo nel cuore della città attraversando la porta di S. Michele …

affiancata dal campanile in stile gotico denominato Torre bianca proprio per il colore del suo puntale …

però poco prima di entrare troviamo un mercatino delle pulci con bancarelle che offrono oggettistica varia spesso di poco valore, ma che attira un po la curiosità.

quindi decidiamo di dare un’ occhiata a collezioni di boccali di birra,

 

contenitori vari e …
strumenti musicali
appena giù dal ponte cominciano subito i primi sbandamenti

ma riusciamo a dedicarci alla visita

 

 

del chiostro del duomo, luogo dove si teneva anche la scuola di musica

i volti che girano tutt’intorno al chiostro sono ad arcate gotiche
con bellissimi affreschi risalenti al XIV e XV secolo
il duomo è decorato anche nei muri esterni come ci fossero colonne e gessi decorativi
e i muri esterni dei portici sono decorati con tante arcatine di mattoni

ultimamente sono stati restaurati i tetti e sono state scelte tegole smaltate che donano brillantezza all’insieme

 

e questa è la facciata del duomo, che è nato nello stile romanico, ma nel 17º secolo la facciata è stata rimaneggiata in stile barocco
passeggiando notiamo questo ristorante il cui menù esposto ci fa decidere di prenotare per la serata, ve lo consigliamo. Si chiama all’oste scuro
per i motivi che leggete qui.
 

la giornata cominciata sul grigio, si apre con un tiepido sole, quel tanto che basta per approfittarne

 

per sedersi a bere o mangiare all’aperto.

ma se invece preferite passeggiare per negozi

ovviamente siamo a Brixen per la festa del pane ma se lo accompagniamo con qualche specialità tirolese facciamo una bella accoppiata.

non resta che inoltrarsi sotto gli antichi portici del centro pedonale

oppure continuare nella visita dei palazzi nobili

come questa………

o quest’altra……….

.

per arrivare al palazzo vescovile, ora museo diocesano dove si tengono varie mostre

e relativo giardino attiguo, ma ora zoommiamo e guardiamo una serie di particolari

 

come le insegne

 le finestre

piccolissime piazzette con pozzo fiorito

 

finestre e finte finestre per mantenere la simmetria visiva
davanzali “pungenti”
figure curiosone
o che ci invitano ad entrare
tegole dall’aspetto

quasi “umano” ma di sicuro un’idea simpaticissima

porte decorate e molto antiche

.

decorazioni che rendono semplici finestre più importanti

o una piccola meridiana su torretta

e finestre che evidenziano l’origine nobiliare del palazzo a cui appartengono

affreschi e vetri pregiati, ma vi sento mugugnare, sicuramente vi state chiedendo dove era questa festa del pane, giusto? ma sì, è arrivata l’ora di mostrarvela,  vi accontento
la piazza del duomo è ancora poco movimentata, anche se nonostante l’ora non sia proprio quella per sedersi a pranzare, qualcuno pensa che non sia un problema e mangiucchia tranquillamente
su di un lato, ma al centro della piazza vi aspetta una carrozza

che con un cocchiere spilungone tirolese vi porterà a zonzo per la cittadina

ma intanto ci facciamo un giro alla corolla di bancarelle che circondano la piazza, la festa non è solo del pane ma anche dello strudel

e ci sono pure le mele in fagotto di frolla una merenda così non era da lasciar correre

ma anche le torte di grano saraceno con marmellata di frutti di bosco erano una vera calamità gastronomica fagottini di crema e frutta o pan speziato facevano l’occhiolino sornioni

ma anche la parte dedicata al salato non è niente male, una zuppetta d’orzo e verdurine
e appetitosi salumi e formaggi

Ma essendo a Brixen per la festa del pane non potevano mancare  pani di diversi tipi integrali, di segala, bianchi e croccanti

e comunque anche pane alla frutta è in bella vista pronto per entrare in un sacchetto e cambiare mano

Brixen

 

ma intanto i contadini si ritrovano sotto il camin che fuma per fare uno spuntino e prepararsi

alla fatica della battitura del grano

e di grano c’è ne è veramente di tanti tipi, perfino belli da vedere

Brixen per la festa del pane

ed eccoli tramutati in farine….e se ne prendessi un pacco per ognuna (una vocina mi rintrona nel cervello dicendomi – non ti azzardare e ricordati delle farfalline!  ok, hai ragione) mi accontento di 2 ma sì, anche 3

i grani si lavoravano meccanicamente con la tecnologia del tempo e qui vi erano degli esempi ancora funzionanti

i chicchi di grano finivano per trasformarsi in finissima polvere bianca o scura a seconda del grano, che sarebbe poi

Brixen per la festa del pane

stata impastata per bene per ricavarne

 
 tante belle pagnottine

Brixen per la festa del pane

pronte per essere infornate

ma si possono anche trasformare in pagnottine al formaggio

da gustare rigorosamente calde

girovagando intravvediamo il reparto del piccolo fornaio  andiamo a vedere chi è

😉  troppo belli

ma intanto la piazza si è particolarmente animata di gente e musica

e le tavole sono state prese d’assalto d’altra parte i profumi appetitosi nell’aria e l’ora in cui lo stomaco reclama

ha fatto sì che tutti avessero la stessa idea  e l’orchestrina allietava i gustosi bocconi anche se credo che l’attenzione fosse catalizzata da quel che c’era nel piatto
Brixen per la festa del pane
e per concludere da Brixen per la festa del pane vi saluto con un emblema di questo pezzo d’italia.

 

18 note musicali:
terry ha detto…
Ma che bellissimo reportage che hai fatto! 🙂 mai visitata Bressanone… enon è distante nemmeno da Venezia! 🙂 Dev’esser stata davvero bella sta festa del pane… avrei preso sì tutte le farine! 🙂 o almeno le più particolari! bacioni!
enrico ha detto…
Infatti l’altro ieri era i world bred day! Complimenti come sempre per le belle foto. (e attenzione alle pericolosissime farine biologiche che cominciano ad infestare questi mercatini!)
Saretta ha detto…
Sono anni che voglio visitare quella cittadina(e pure meranen)…mi hai convinta!!!!
Lo ha detto…
sono stata a Brixe da adolescente con il primo fidanzato…bello tornarci con te e bello proprio in questa occasione! baciotto
LaGolosastra ha detto…
che spettacolo di post! Ecco, ora ho voglia di andare a prendere il primo treno in partenza.
viaggiareconibambini ha detto…
Ciao ma che bel post,sono stata a Bressannone 2 anni fà e ci è piaciuta tanto ,ora stiamo pensando di tornarci per i mercatini di Natale che mi dicono essere bellissima in quel periodo,saluti Chiara
dede ha detto…
bellissima davvero Bressanone, subito inserita nella lista dei posti da visitare assolutamente (che si allunga a dismisura ogni volta che passo di qui)
Aiuolik ha detto…
Quante foto! E che bei posti…e quanto buon cibo…l’ho sempre detto che devo andare un po’ in giro con te 🙂
astrofiammante ha detto…
Terry – quelle farine erano veramente una tentazione…..specialmente vedendo i pani che se ne potevano fare, organizzati per la prossima festa del pane, ne vale la pena, ciauzzzzz Enrico – pericolossissime per il rischio di comprarne troppe o per qualcosa che mi è sfuggito? grazie comunque per le foto 😉 Saretta – dai su programma……magari adotti qualche mucca tirolese ^_______^ Lo – ma guarda un po’ cosa sono andata a rispolverare nella tua mente ;-)) bello sarebbe stato esserci con te concretamente, bacione one!! Cri – chissà che in un prossimo futuro non ci andiamo insieme…in treno! Chiara – si è vero ci sono stata in un ponte dell’immacolata ed è bellissima ….il problema si è presentato al ritorno in autostrada….7 ore al posto di 2…praticamente un’unica colonna quasi ferma che arrivava dal tirolo a Modena… quindi se puoi evita quelle date…..oppure torna il giorno dopo ciao 😉 Dede – dai che ti stimolo a muoverti ^_____^ anche se non credo che tu ne abbia bisogno 😉 Aiuolik – ah ah 😉 se oltre a dirlo lo potessimo fare sarebbe sicuramente un bel e divertente girare, ciao trattora preferita.
zucchero d’uva ha detto…
fantastico veramente!
ornella ha detto…
Ti giuro che non mi stavo domandando che fine avesse fatto la festa del pane, perché ero assorta nell’ammirare questa cittadina bellissima che ho visitato molte volte ma che è sempre un piacere rivedere! Comunque che delizie, quei dolci ma soprattutto quel pane favoloso!! Un abbraccio
Michelangelo ha detto…
dopo questa bellissima carrellata di fotografie è come se ci fossi stato anch’io!!
Mondo HR ha detto…
Avete mai pensato di aprire un museo del vino in un hotel? Leggete l’idea sul nostro blog dedicato al lavoro e seguiteci se vi interessa il tema! http://mondohr.blogspot.com/2010/10/intervista-francesco-palmieri-sogno-un.html HR Services Net
Travel-n-Love ha detto…
Bellissima Bressanone!!
astrofiammante ha detto…
zucchero d’uva – grazie 😉 Ornella – ehh di non solo pane ci nutriamo 😉 ma è sempre meglio che ci sia ^_____^ Michelangelo – ma che bello abbiamo passeggiato insieme a distanza 😉
mondo hr ????
travel _ vero !!!!
Simona ha detto…
Ho messo Bressanone nella lista dei posti da visitare. Bellissimo il tuo reportage. Avrei voluto esserci per chiedere la ricetta della torta con la farina di grano saraceno.
FIAMMETTA APPLAUDE ha detto…
fantastiche foto, mi piaccciono molto,pulite, nitide, assolutamnente perfette, succulente, deliziose, tenere nei particolari, BRAVA BRAVA BRAVISSIMA !!!!!! fIAMMETTA
astrofiammante ha detto…
Simona – quando torni in italia metti in lista al primo posto Verona con excursus lago di garda ;-)) Fiammy – wouuuuuuuuu ;-))
Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

3 thoughts on “A Brixen per la festa del pane

  1. zucchero d'uva ha detto…
    fantastico veramente!
    18 ottobre 2010 21:41

    ornella ha detto…
    Ti giuro che non mi stavo domandando che fine avesse fatto la festa del pane, perché ero assorta nell'ammirare questa cittadina bellissima che ho visitato molte volte ma che è sempre un piacere rivedere! Comunque che delizie, quei dolci ma soprattutto quel pane favoloso!! Un abbraccio
    18 ottobre 2010 22:02

    Michelangelo ha detto…
    dopo questa bellissima carrellata di fotografie è come se ci fossi stato anch'io!!
    19 ottobre 2010 09:54

    Mondo HR ha detto…
    Avete mai pensato di aprire un museo del vino in un hotel? Leggete l'idea sul nostro blog dedicato al lavoro e seguiteci se vi interessa il tema! http://mondohr.blogspot.com/2010/10/intervista-francesco-palmieri-sogno-un.html HR Services Net
    19 ottobre 2010 14:37

    Travel-n-Love ha detto…
    Bellissima Bressanone!!
    20 ottobre 2010 05:43

    astrofiammante ha detto…
    zucchero d'uva – grazie 😉 Ornella – ehh di non solo pane ci nutriamo 😉 ma è sempre meglio che ci sia ^_____^ Michelangelo – ma che bello abbiamo passeggiato insieme a distanza 😉

    mondo hr ????

    travel _ vero !!!!
    20 ottobre 2010 18:19

    Simona ha detto…
    Ho messo Bressanone nella lista dei posti da visitare. Bellissimo il tuo reportage. Avrei voluto esserci per chiedere la ricetta della torta con la farina di grano saraceno.
    20 ottobre 2010 20:13

    FIAMMETTA APPLAUDE ha detto…
    fantastiche foto, mi piaccciono molto,pulite, nitide, assolutamnente perfette, succulente, deliziose, tenere nei particolari, BRAVA BRAVA BRAVISSIMA !!!!!! fIAMMETTA
    26 ottobre 2010 21:48

    astrofiammante ha detto…
    Simona – quando torni in italia metti in lista al primo posto Verona con excursus lago di garda ;-)) Fiammy – wouuuuuuuuu ;-))
    27 ottobre 2010 18:50

  2. dede ha detto…
    bellissima davvero Bressanone, subito inserita nella lista dei posti da visitare assolutamente (che si allunga a dismisura ogni volta che passo di qui)
    18 ottobre 2010 15:48

    Aiuolik ha detto…
    Quante foto! E che bei posti…e quanto buon cibo…l'ho sempre detto che devo andare un po' in giro con te 🙂
    18 ottobre 2010 16:44

    astrofiammante ha detto…
    Terry – quelle farine erano veramente una tentazione…..specialmente vedendo i pani che se ne potevano fare, organizzati per la prossima festa del pane, ne vale la pena, ciauzzzzz Enrico – pericolossissime per il rischio di comprarne troppe o per qualcosa che mi è sfuggito? grazie comunque per le foto 😉 Saretta – dai su programma……magari adotti qualche mucca tirolese ^_______^ Lo – ma guarda un po' cosa sono andata a rispolverare nella tua mente ;-)) bello sarebbe stato esserci con te concretamente, bacione one!! Cri – chissà che in un prossimo futuro non ci andiamo insieme…in treno! Chiara – si è vero ci sono stata in un ponte dell'immacolata ed è bellissima ….il problema si è presentato al ritorno in autostrada….7 ore al posto di 2…praticamente un'unica colonna quasi ferma che arrivava dal tirolo a Modena… quindi se puoi evita quelle date…..oppure torna il giorno dopo ciao 😉 Dede – dai che ti stimolo a muoverti ^_____^ anche se non credo che tu ne abbia bisogno 😉 Aiuolik – ah ah 😉 se oltre a dirlo lo potessimo fare sarebbe sicuramente un bel e divertente girare, ciao trattora preferita.
    18 ottobre 2010 17:45

  3. 18 note musicali:

    terry ha detto…
    Ma che bellissimo reportage che hai fatto! 🙂 mai visitata Bressanone… enon è distante nemmeno da Venezia! 🙂 Dev'esser stata davvero bella sta festa del pane… avrei preso sì tutte le farine! 🙂 o almeno le più particolari! bacioni!
    18 ottobre 2010 11:20

    enrico ha detto…
    Infatti l'altro ieri era i world bred day! Complimenti come sempre per le belle foto. (e attenzione alle pericolosissime farine biologiche che cominciano ad infestare questi mercatini!)
    18 ottobre 2010 11:38

    Saretta ha detto…
    Sono anni che voglio visitare quella cittadina(e pure meranen)…mi hai convinta!!!!
    18 ottobre 2010 11:39

    Lo ha detto…
    sono stata a Brixe da adolescente con il primo fidanzato…bello tornarci con te e bello proprio in questa occasione! baciotto
    18 ottobre 2010 11:52

    LaGolosastra ha detto…
    che spettacolo di post! Ecco, ora ho voglia di andare a prendere il primo treno in partenza.
    18 ottobre 2010 14:28

    viaggiareconibambini ha detto…
    Ciao ma che bel post,sono stata a Bressannone 2 anni fà e ci è piaciuta tanto ,ora stiamo pensando di tornarci per i mercatini di Natale che mi dicono essere bellissima in quel periodo,saluti Chiara
    18 ottobre 2010 15:36

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.