Perù – Arequipa e il monasterio di santa Catalina

Perù - Arequipa

Perù – Arequipa e il monasterio di santa Catalina

Il regno dell’antico impero Inca nel continente latino-americano ci porta in Perù dove siti archeologici testimoniano la presenza di quella antica civiltà.

Assolutamente da vedere è il noto Machu Picchu, talmente magico da essere una delle 7 meraviglie del mondo, ma il Perù è molto altro.

Dopo una nottata in volo con un volo diretto da Madrid per Lima atterrerete in Perù.

La prima tappa scelta, tralasciando Lima che è una metropoli parecchio inquinata e trafficata, sarà Arequipa.

Arequipa si trova a 2300 m sul mare, è capoluogo dell’omonima regione peruviana ed è una città di epoca coloniale con numerosi edifici barocchi costruiti in sillar, una pietra vulcanica bianca con cui è costruita anche la cattedrale.

Il centro storico si raccoglie attorno alla grande Plaza de Armas da dove si dipanano le vie pedonali e dove domina la maestosa cattedrale neoclassica del XVII secolo che occupa interamente uno dei 4  lati della piazza.

La chiesa ha subito diverse difficoltà fu infatti distrutta da un incendio nel 1844.

Ricostruita, fu nuovamente rovinata da un terremoto nel 1868 e ricostruita negli anni successivi.

Purtroppo però il sisma del 2001 provocò il crollo di uno dei due campanili, danneggiando notevolmente l’altro, ma anche questa volta entro la fine dell’anno successivo la cattedrale tornò al suo aspetto originario.

Gli altri 3 tre lati che circondano la piazza sono tutti porticati con vari negozietti.

Sullo sfondo della città svettano i vulcani tra cui El misti, che sono ancora attivi.

Perù - Arequipa

Una visita assolutamente da fare è quella del Monasterio di Santa Catalina, una vera e propria cittadella cintata all’interno della città di Arequipa.

Costruito alla fine del 1500 per il volere di una vedova benestante, vi risiedevano e risiedono tuttora in un piccolo numero le suore di clausura di Santa Caterina da Siena.

Le pareti esterne hanno colori vivaci rosso e blu che vengono ridipinti ogni anno, e tutto è costruito nella tipica pietra bianca vulcanica locale, il sillar.

Perù - Arequipa

Il complesso religioso si trova al centro della città di Arequipa e si estende su una superficie di 20.462 metri quadrati, è il monastero più grande del mondo.

Data la sua vastità, contiene al suo interno viuzze lastricate,  slarghi adornati da fontane

antichi lavatoi, dove si lavava la biancheria nell’acqua di un torrente incanalata in grandi giare di terracotta.

giardini,

e chiostri con affreschi

Noterete anche la ruota dove venivano deposti pasti e doni per le suore.

In questo convento di clausura venivano accolte molto giovani le figlie di ricche famiglie della città e della regione perché potessero avere un’istruzione di pregio.

Le novizie all’età di circa 16 anni potevano scegliere di continuare la vita in convento prendendo i voti propri della clausura, oppure scegliere di tornare nella società dove le attendeva un matrimonio combinato, solitamente con un uomo molto più vecchio di loro.

Questo faceva sì che molte decidessero di continuare la clausura.

Qui è una delle vecchie cucine ancora annerita dai fumi con il forno a cupola

e questa è una delle celle delle monache che vivevano nel monastero.

Le celle potevano essere austere ed essenziali oppure più lussuose a seconda del ceto della famiglia d’origine della  monaca.

Le visite guidate durano circa un’ora.

Dopo di che potrete esplorare il monastero da soli fino all’orario di chiusura e approfittarne per fare foto o godersi semplicemente la passeggiata curiosando lentamente.

Il monastero è aperto anche due sere a settimana: i visitatori possono esplorarlo a lume di candela, come per secoli hanno fatto le suore.

Qui trovate info a riguardo

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

2 thoughts on “Perù – Arequipa e il monasterio di santa Catalina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.