Parco Nazionale del Lago di Kerkini – Grecia

Kerkini

Il Parco Nazionale del Lago di Kerkini si trova nella provincia di Serres, nel nord – est della Grecia, vicino al confine greco-bulgaro.

È distante 40 Km dalla città di Serres e a circa 100 Km da Salonicco, il lago si è formato quando nel 1932 fu costruita una diga e l’area fu allagata.

Dichiarata Parco Nazionale del lago di Kerkini nel 2006 è una delle dieci zone umide di importanza internazionale in Grecia ed è una delle più importanti per la sua biodiversità delle zone umide d’Europa.

Compare fra le principali destinazioni europee per il birdwatching.

Kerkini
Parco Nazionale del lago di Kerkini

Vi sono pochi turisti e quei pochi sono turisti locali rispettosi che godono della calma della natura che li circonda.

Parco Nazionale del lago di Kerkini

Gli incontri che farete al Parco Nazionale del Lago di Kerkini saranno prettamente dei veri abitanti del luogo … che non sono gli umani 🙂 Leggevo su una guida che la fauna del posto è molto variegata e si potrebbero incontrare volpi rosse, gatti selvatici, puzzole, faine e talvolta lupi e cinghiali che scendono dalle montagne fino alla riva.

i nostri incontri sono stati molto più consueti

Parco Nazionale del Lago di Kerkini

Il villaggio che ha lo stesso nome del lago e cioè Kerkini è considerato il villaggio delle cicogne.

È qui che hanno trovato il loro insediamento

Su ogni palo del paese hanno costruito il loro nido dove deporre le uova e far crescere i loro piccoli

Parco Nazionale del Lago di Kerkini

Poco lontano dal villaggio c’è una postazione in cui poter prenotare una visita sul lago.

Un barcaiolo vi potrà portare a fare un giro sul lago a vedere cormorani pellicani e altri uccelli.

Parco Nazionale del Lago di Kerkini

Per non disturbarli, ad un certo punto spegnerà il motore e voi potrete guardare un po’ da lontano gli stormi

Ci sono circa 300 specie di uccelli, alcune qui nidificano, altre trascorrono l’inverno, altre si fermano per riposarsi o per mangiare. 

Si possono avvistare il pellicano il cormorano l’airone e le acque hanno grande quantità di pesci.

Il barcaiolo ci ha detto inoltre che vi sono anche i bufali d’acqua.

In realtà si vedevano solo molto in lontananza e ci siamo fidati delle sue parole dato che non erano ben visibili.

Comunque potreste essere fortunati.

A barca spenta saranno loro che senza paura si avvicineranno e avrete così modo di godere dello spettacolo della vita pulsante di questi uccelli.

In barca con noi vi erano anche due bambini che erano davvero eccitati alla vista di questo turbinio e sicuramente avranno un bel ricordo della giornata vissuta nella natura più vera.

Le montagne che circondano il lago sono praticamente i confini naturali tra Grecia e Bulgaria.

Questa escursione è stata solo un assaggio, spero di tornarci per godere al meglio di questa meraviglia naturalistica magari facendoci un bel percorso ciclistico.

Qualche altra informazione qui. e foto molto evocative qui

Per finire vi lascio una preparazione greca che a me piace molto e che abbiamo mangiato spesso nel nostro soggiorno greco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.