confettura di arance e carote

Dopo anni di disaffezione quest’anno ho guardato, diciamo al 70% il festival di San Remo di cui ho apprezzato la semplicità non nel senso della banalità ma delle scelte meno appariscenti a cui di solito si affidavano gli autori e i direttori artistici dei precedenti festival basate spesso sui nomi famosi di star straniere che in realtà oltre ad una banale intervista nulla apportavano alla trasmissione.

Vi era poi a solita la passerella delle pseudo conduttrici di norma una bruna e l’altra bionda che senza nulla togliere alla loro beltà,  sfoggiavano abiti firmati e che spesso solo per questo o per il fatto di mostrare qualche tatuaggio sulla pelle che di solito è nascosta diventavano argomento di gossip su tutti i giornali, le canzoni spesso monotone e dopo 10′ una noia infinita non lasciava scampo e scattava subito il cambio di canale per non ritornarci più e conoscere la canzone vincitrice solo per caso sentendola alla radio o in qualche trasmissione tv.

Quest’anno le canzoni alcune un po’ più orecchiabili altre dal testo un po’ naif come quella di Simone Cristicchi o riflessive come quella dei Modà. La novità di poterne scegliere una tra due per ogni cantante ha portato un pizzico di novità,  l’orchestra allocata come sospesa sulla parete di sfondo e la fatidica scala dagli effetti speciali che si compone e scompone diventando a volte scala a volte ingresso ha reso la scenografia più originale rispetto al solito.

Gli ospiti finalmente quasi tutti italiani da Neri Marcorè, Claudio Bisio, Maurizio Crozza la bravissima e giovane pianista Leonora Armellini, l’altrettanto meraviglioso Stefano Bollani hanno mostrato che non serve il sensazionalismo a tutti i costi e che di artisti validi ne abbiamo anche in casa nostra. Sicuramente c’è posto anche per critiche negative e magari avendolo visto tutto si potrebbero fare più facilmente ma io preferisco notare solo quel è stato positivo………sono anti- polemica!!!

E ora vi lascio a questa marmellata dai colori sgargianti che per chi ama le marmellate agli agrumi sarà sicuramente una buona occasione per provare questo curioso connubio.


Ingredienti per un vasetto da 125 gr. e uno da 250 gr. :


2 grandi arance non trattate

250 ml. di succo d’arancia

il succo di un piccolo limone (oppure solo di mezzo limone)

300 gr. di carote

200 gr. di fruttosio o 300 di zucchero



Preparazione : lavate le arance e sbucciatele portando via solo la parte arancio ( io le ho pelate con il pela patate) poi spremetele delicatamente per non romperle dato che senza la buccia sono più tenere. Tagliate le bucce in piccoli pezzi.
Pelate anche le carote, sciacquatele e tagliatele finemente a rondelle o a julienne.
Versate i succhi, le bucce delle arance e le carote in una casseruola inox o comunque non di alluminio, portate a bollore e fate cuocere per qualche minuto (circa 5).

Aggiungete quindi lo zucchero portate a bollore e lasciate sul fuoco moderato per 20/25 minuti, dopo 20′ fate la prova del piattino precedentemente raffreddato in freezer qualche minuto, sul quale un cucchiaino di confettura deve scivolare lentamente in caso contrario lasciate ancora cuocere pochissimi minuti ma fate attenzione perchè la confettura una volta freddata potrebbe essere troppo asciutta.


Consiglio nel caso succedesse: basterà aggiungere qualche cucchiaio di succo e riportare a bollore per poi spegnere dopo 1 minuto. A me era successo in un’altra occasione e avevo rimediato così.


Frullate con il mix a immersione lasciando leggermente grossolano l’insieme o se preferite finemente.


Nel frattempo sterilizzate i vasetti e poi invasate, chiudete bene capovolgete e lasciate raffreddare.
Nota su come sterilizzare : mettete il vasetto pieno d’acqua nel microonde per 2 o 3 minuti, l’acqua deve bollire. Poi prendendo con uno strofinaccio il vasetto versate l’acqua dentro il coperchio posto nel lavello e quindi usatelo.

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

14 thoughts on “confettura di arance e carote

  1. Concordo sulle opinioni del Festival che anche io dopo tanto tempo ho sbirciato un po' di piú!
    Favolosa questa marmellata, mi incuriosisce proprio!
    Dolcissimo contributo al WHB!
    Grazie
    Terry

  2. Io su Sanremo non posso dire niente, non lo vedo all'incirca da quando lo vinse Ramazzotti con "Una terra promessa", o giù di lì 🙂
    Però su questa confettura posso dire che l'idea mi piace davvero un sacco!
    Un bacio, buona giornata!

  3. buona davvero, quest'inverno mi avevano regalato un vasetto di confettura di pere e carote..era qualcosa di stupendo, devo provare a farle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.