Parc de la Ciutadella – Barcellona – Spagna

Arcodeltrionfobarcellona

arcodeltrionfobarcellona

Andiamo al Parc de la Ciutadella, una attrazione meno considerata dai turisti che preferiscono visitare le attrazioni piú conosciute.

Peró una capatina secondo me ci potrebbe stare, specialmente per chi viaggia con bambini che qui si sentiranno liberi di correre e giocare senza pericoli di traffico.

É un bellissimo parco dove artisti di strada, musicisti e famiglie si ritrovano per passare ore di svago.

Una miriade di pappagallini verdi vi allieteranno con il loro verso.

L’ingresso al Parc de la Ciutadella avviene attraversando l’Arco del trionfo che nonostante il nome non commemora nessun trionfo ma é stato costruito come ingresso principale per l’esposizione universale tenutasi nel 1888.

Una volta entrati inizierete la vostra passeggiata nel viale che vi porterá diritti al parco.

pardelaciutadella

Il nome Parc de la Ciutadella lo si deve al re Filippo V che fece costruire nel 1715 una cittadella militare per controllare e difendere la città. Per costruirla il re dovette abbattere parte delle mura a nord-est della città e moltissime case del popolare quartiere della Ribera, che oggi si chiama Born.


attenzione agli incontri inaspettati 🙂

parcdelaciutadella

Una volta deposta la monarchia con la rivoluzione del 1868 i terreni de la Ciudadella militare vennero consegnati alla borghesia catalana.

La condizione peró era che venissero usati per dare vita ad un grande parco verde.

Venne inaugurato in occasione dell’esposizione universale del 1888. Ammirerete una maestosa fontana monumentale con al centro sotto la scultura dorata dei cavalli la nascita di Venere.

parcdelaciutadella

Li vicino vi stupirá piacevolmente un laghetto dove si possono noleggiare piccole barche

per fare un giretto in questo bucolico luogo.

parcdelaciutadella

Altri approfitteranno  per fare un po’ di corsa o per portare a spasso il proprio cane e figlioletto.

parcdelaciutadella

Vi troverete in un vivace ambiente dove persone si incontrano per dedicarsi a svariate attività tipo ginnastica di coppia o per fare un picnic o leggere in tutta tranquillità ma anche prendere il sole.

Percussionisti con il bongo battono il ritmo e vi potrebbero coinvolgere in qualche scatenato ballo africano.

Finito il giro nel parco uscite sul lato di Passeig de Picasso e attraversate la strada, vi troverete cosí davanti al centro El Born Centre de Cultura i Memòria

quartiereBornBarcellona

Dopo la costruzione del parco il vicino quartiere Ribeira ora chiamato Born ebbe bisogno di un mercato per gli abitanti.

Lo stesso architetto che progettó il parco progettó negli anni immediatamente successivi (1876 circa) anche il mercato chiamato appunto il mercato Born. Ebbe questa funzione per un secolo, poi divenne uno spazio per eventi e fiere.

Ma dal 2002 é diventato una biblioteca e fu proprio durante i lavori di ristrutturazione che vennero alla luce i resti di quelle mura case e strade abbattute da re Filippo V per costruire la sua cittadella militare.

CCMBornBarcellona

ElBornCentredeCulturaiMemòria

Un sito archeologico di 8000 m.2 molto ben conservato con ingresso libero ma volendo si possono prenotare visite guidate a pagamento.

quartiereBornBarcellona

All’uscita dal Centro culturale si snoda il quartiere Born con piazzette, locali e un labirinto di stradine

quartiereBornBarcellona

Dirimpetto al centro culturale una piccola rambla vi porterá alla chiesa di Santa Maria del Mar  in stile gotico. Godetevi una passeggiata senza meta in questo quartiere dove tutto sembra rallentare e a traffico limitato.

In questi giorni la situazione politica é molto tesa a causa del referendum per la secessione della Catalogna.

Nei media si vedono immagini a cui non siamo abituati pensando alla vivace e allegra Barcellona.

Speriamo in un dialogo pacifico tra le parti che porti ad una soluzione che accontenti tutti. Pensiamo positivo!!!

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

2 thoughts on “Parc de la Ciutadella – Barcellona – Spagna

  1. Adoro Barcellona e l’ho visitata più volte sempre in stagioni diversi proprio per gustarmi i cambiamenti ^_^
    Splendido post, mi fa venir voglia di richiudere la valigia e salire sul primo aereo ^_^

    1. A Barcellona ci si torna sempre volentieri, d’inverno no l’ho mai vista ma la sua vivacità credo sia sempre presente. Speriamo che le cose si risolvano al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.