Stufato di coda di manzo

Stufato di coda di manzo

Lo stufato di coda di manzo è una ricetta decisamente poco elegante ma buona e corposa

L’ho preparata qualche tempo fa e me ne sono dimenticata, vi lascio la ricetta prima che la stagione calda arrivi.

Superati i personali tentennamenti iniziali nei confronti dell’ingrediente principale di questa preparazione prendo coraggio e decido di cucinarlo, a condizione che il macellaio sezioni in piccole parti la coda.

È una di quelle preparazioni ricche e saporite, dal sapore rustico e da consumare con piacere all’arrivo dei primi freddi. 

Di facile esecuzione e con una cottura lenta e medio lunga, vi darà soddisfazione.

Stufato di coda di manzo

ingredienti per 2 – 3 

700 gr di coda tagliata a piccoli pezzi

una noce abbondante di burro + 2 cucchiai di olio

1 scalogno

mezzo bicchiere di vino rosso

uno spicchio di aglio

un ciuffo di sedano

2 foglioline di alloro

2 bacche di ginepro

due chiodi di garofano

un cucchiaio di concentrato di pomodoro

1 cucchiaio di farina

500 ml circa di brodo vegetale o acqua

Preparazione

Mettete i pezzi di coda in una casseruola con l’olio il burro lo scalogno affettato sottilmente il sedano tagliato grossolanamente e l’aglio e fate cuocere per 10 minuti rigirando i pezzi.

Sfumate con il vino, poi aggiungete le spezie, l’alloro e il brodo tanto da ricoprire a filo la carne. Aggiungete anche il concentrato di pomodoro e fate cuocere con coperchio per 1 ora e mezza.

Passata l’ora e mezza, in una tazzina sciogliete la farina  con un paio di cucchiai di acqua fredda e poi altri due presi dal liquido di cottura, miscelate bene e versate nella casseruola e lasciate andare un’altra mezz’ora.

Io ho accompagnato con dei funghi preparati da parte e aggiunti solo alla fine.

Stufato di coda di manzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.