confettura di saturnine e amaretti

Purtroppo mi son persa il tempo delle albicocche e non ho fatto la marmellata, ma prima che spariscano anche queste pesche tipo frisbi….chiamate saturnine o tabacchiere, non molto succose ma dal sapore intenso di pesca è meglio che mi dia da fare, però non le voglio in marmellata ma a confettura, quindi devo trovare il modo di non farle disfare in cottura….e allora ho addottato il metodo delle marasche….che ho dimenticato di postare….in breve, le pesche vengono cotte pochi minuti in un secondo tempo, dopo che lo sciroppo si è formato.

Ingredienti : 700 gr. di pesche saturnine ( peso al netto dalla mondatura) 300 gr. di zucchero, 30 ml. di succo di limone, 2 ( o 4) amaretti.

Preparazione : mondate le pesche e tagliatele finemente, ponetele in una terrina e aggiungetevi lo zucchero e il limone, lasciate macerare dal pomeriggio alla mattina dopo, in frigo. Prendete le pesche scolandole dal sugo e lasciatele da parte in un altro recipiente mentre fate sobbollire per 5 -7 minuti a fuoco medio lo sciroppo, solo dopo aggiungete le pesche e lasciate altrettanti minuti a sobbollire, ora invasate in vasetti sterilizzati. Ne escono due, uno da 250 gr. e uno da 125, in quest’ultimo ho aggiunto due amaretti sbriciolati grossolanamente.

quella porzioncina della foto era ottima….vedremo quando aprirò il vasetto fra qualche tempo…

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

19 thoughts on “confettura di saturnine e amaretti

  1. LO – ma davvero…dai organizza una vendita online…;-))

    Giò – ma certooo..che peccato non aver accompagnato Cri, ci saremmo incontrate ;-(

    Fra – deliziosa e veloce, prrrrrova!

    Virò – ma certo che si imbevono…qui il loro scopo è dare un sapore in più…non ha importanza se non stanno incriccati.. ma esiste 'sta parola? mi è uscita così…mmmma 😉

    alessandra – metti in lista d'intrigo 😉

    babi – non ti preoccupare…c'è tempo, io alla tua età, a parte qualche torta superfacile e condire l'insalata non cucinavo altro.

    Simona – ahh vedi che ti ho messo la pulce nell'orecchio? adesso per farla uscire dovrai provare :-))

    Enrico – siamo golosi qui ehhh!

    Tania – grazie, io lo spero !

    Lady Cocca – ma brava, ti sei portata le tabachierè fransè :-))

    Saretta – dai dai veloce come la luce…

    sabrine d'aubergine – peccato..non te le far scappare la prossima estate..ben arrivata qui, verrò a conoscerti, ciao.

    irish coffee – ahh ma davvero, io non le ho mai provate le tue…ci scambiamo la variante allora…ben arrivata anche a te,ti verrò a trovare. Ciao.

    NIGHTFAIRY – ma graziee, baciusssss!

    Elisabetta – quell'uva è rimasta lì nel mio cervello…e visti i risultati tuoi e di fia…non si sa mai …..

    Camo – metodo sciuè sciuè…tradotto… sbrigati che ho dell'altro da fare ;-))

  2. Pur lavorando nel settore le saturnine le ho scoperte solo un anno fa… ricordo ancora con quale stupore le vidi per la prima volta! Mi piace il tuo metodo per fare la confettura, veloce e senza troppe perdite di tempo 😉
    Un bacione!

  3. dall'aspetto,sembrano quelle che ho comprato oggi e da un po' di giorni,in verita',da quando scarseggiano le percoche…(mie preferite in assoluto)io le chiamo pesche bianche,per via del colore della polpa,sono saporite e profumatissime^;^complimenti per la ricetta,dev'essere squisitisima la tua confettura!quasi quasi, ci provo;oggi ho finito di cuocere la mia marmellata,con l'uva baresana…quanti noccioli ho tolto..figurt.. eh eh bacioni;-))

  4. le ho viste qualche settimana fa al supermercato
    sinceramente mi son chiesta: chissà che sapore hanno….
    bè ora che le vedo cos' cucina mi vien voglia di provare
    le pesche con gli amaretti e il cioccolato le cucino spesso
    questo tipo e questa ricetta però sono un'ottima variante.

  5. Sai che qui si trovano questo tipo di pesche ma io non le ho mai assaggiate. Ora sono curiosa. Carinissima l'idea di aggiungere gli amaretti.

  6. Che buona che buona che buona! Bella coppia con gli amaretti! Ah, questo metodo non lo conoscevo… ma quante sono le cose che devo imparare in cucina? Troppe!!!
    Bacio 😉

  7. mi sa cara Marta che anch eil vasetto promette bene…che delizia questa confettura…ma tu la ricetta sotto l'hai messa perchè sai che il mio papà è un coltivatore diretto d'uva americana???? bacissimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.