filetti di merluzzo in crosta di fiocchi d’avena

Questo filetto  è accusato di attentato alla tonsilla destra della sottoscritta con conseguente coro a due voci di vocalizzo sulla vocale AAAAAA in do maggiore…..eseguito nello studio medico di un dottore che oltre a cantare con me dirigeva il canto con paletta linguale e la partecipazione straordinaria di un infermiera che al momento opportuno allungava pinza togli corpi estranei…. un filetto che si è mostrato davvero ingrato………io  l’avevo così ben vestito, preparato con cura, attorniato da foglie colorate e ricoperto di un mantello di fiocchi d’avena……e lui per tutta risposta cosa fa???   mi ha mandato a fare questa performance canora senza neanche darmi la possibilità  di decidere cosa volessi intonare!

Ingredienti per 3 : 3 filetti di merluzzo BEN SPINATI, 8 cucchiai di fiocchi d’avena, 2 cucchiai colmi di senape di digione, 1 cucchiaio colmo di mascarpone ( in alternativa potreste usare del formaggio philadelfia o yogurt greco), olio, sale.

Preparazione : stendere in una teglia ricoperta da carta forno, i tre filetti e ricoprirli della crema ottenuta amalgamando la senape con il mascarpone, mettere i fiocchi d’avena in una tazza, condirli con alcuni cucchiai d’olio, salate e mescolate bene in modo che i fiocchi risultino tutti oliati, distribuiteli sui filetti, coprite la teglia con un foglio d’alluminio e infornate a 200 gradi per circa 15 minuti, poi sfornate e togliete l’alluminio, accendete il grill e rimettete la teglia in forno lasciando asciugare e dorare. NON lasciate a se stesso il forno…
rischiereste di mandare tutto in fumo……come stava per succedere a me, lo si vede dal colore che è leggermente più dorato del dovuto.

 

20 thoughts on “filetti di merluzzo in crosta di fiocchi d’avena

  1. Aiuolik – …io con i fiocchi e lui a pesci in….gola ;-))

    Dona – ehh però non mi faccio più fregare ^____^

  2. Mmmm ultimamente i pesci ti stanno dando del filo da torcere…e dire che, come dici tu, il merluzzo l'avevi trattato coi fiocchi!

  3. genny – bentrovata qui, superrrrrrrrrrrr antipatico ;-)) ho giusto goduto solo del primo boccone….

    Saretta – ah ah ah l'estetista non credo sarà molto d'accordo ;-))

    vale – eh sì…levare bene le spine per evitare qualsiasi gorgheggio, ciauzzzz!

  4. mi dispiace per la disavventura che questo filetto ti ha causato… però… deve essere buonissimo!! vale la pena di provarlo…levando bene tutte le spine! 😉 ciao ciao
    Vale

  5. anche a me è capitato l'incidente con una spina da piccola!Con tanto di prontosoccorso e mano dell'infermiera in gola..ahhh!
    Sto filetto è spaziale copme l'hai ebstito, passerò anch'io alla tattica della pinzetta, sennò lo porto direttamente dall'estetista!bacione 😀

  6. Simona – no, però già preferivo i crostacei e i molluschi, quindi la mia preferenza sarà ancora maggiore per loro….per i pesci sicuramente sarò più attenta !!!!

    Ciboulette – tu sei sicuramente più accorta di me…quando non ne potrai più di tuo marito almeno sai come fare ^_______^

    Stefania – bentrovata qui, grazie!

    Ambra – son contenta ti piaccia, ciao!

    Terry – da bambina ti sarai anche più spaventata, avevi un buon motivo per non volerne più sapere, ciao.

    Pagny – benissino, il pesce fa molto meglio della carne…è vero, quest'impanatura è una bella alternativa.

    Luca – embè….hai un trucco e non me lo dici?? mi lasci qui in sospeso ^______^

    Claud – ehhh no, adesso non me la tirare, ci manca che mi ustiono pure ;-))

    Stellina – se hai già questo timore, sarai sicuramente più attenta di me …..

    Alessandra – bene, soddisfa la tua curosità allora 😉 ciaooo!

    mucchina – ma certo a te riesce meglio muuuuuuu.
    …….ma è meglio che canti con cicciuzzo piuttosto che con il dottore ^________^

  7. Pauraaaaaaaaaaaaaaaa!
    Non son tanto brava a cantare la A, dovrei provare con una Muuuuuuuuuuuuuuuu prima di provare questo piatto, non vorrei far brutta figura dal dottore :=

  8. Io ho il terrore delle spine e questo condizione il mio rapporto con il pesce, per fortuna ancora disaventure simili non le ho passate…
    La tua ricetta è interessante e mi incuriosisce molto, da provare sicuramente.
    Baci Alessandra

  9. La spina traditrice è una delle mie fobie … però questa speciale "panatura" dorata mi fa affrontare con coraggio la paura 😛
    Baci stellari

  10. Tonsilla perforata da una lisca di pesce…? Sei troppo divertente! Ho dovuto leggere due volte, perché subito avevo capito che ti fossi ustionata l'ugola!

  11. Dopo che da piccolo mio padre riuscì nell'ardua opera di sfilarmi i corpi estranei, con il pesce non ho avuto un buon rapporto, poi mi fu insegnato un piccolo trucco e da allora ho ripreso a divorare pesce. L'idea per l'impanatura è da provare, la suggerirò a Sabrina.
    Un bellissimo fine settimana da Luca&Sabrina

  12. ^_^ carino il racconto!
    Sai che è capitato anche a me, e vai di aggggg agggg mentre mia madre "mangia un pezzo di pane", mio padre, "dai dai mangialo" una botta dietro la spalla,"come va?" nel frattempo divento viola, verde…no dico…
    Nonostante tutto continuo a divorare kili di pesce…lo adoro e questa tua proposta sarebbe anche un'idea preziosa ed invitante per invogliare i bimbi a mangiarlo!
    baci

  13. Mi hai ricordato la mia esperienza orribile da piccola con una spina di pesce… cosa che mi ha tenuto distante dal pesce per lungo tempo! ora la mangio ma con moooolta attenzione!
    Ottima questa crosta croccante, idea perfetta per usare i fiocchi d'avena non solo per torte e biscotti!:)

  14. Ma povera!
    Io ho nel cassetto delle posate aposita pinza per le sopraciglia adibita a spinare il epsce, una disavventura come la tua a mio marito e mi chiederebbe il divorzio, lui già normalmente odia le spine nel pesce!
    Cmq, questi filetti hanno un aspetto spettacolare :-0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.