rabarbaro al bicchiere o in crosta?

Il mio rabarbaro ha superato l’inverno e anche la poca cura della sottoscritta  che l’ha comprato l’anno scorso e piantato nell’orto di papà che si trova ad una trentina di km. quindi in realtà io l’ho visto una volta a settimana, e più che essere innaffiato altre cure non ha ricevuto….a dir il vero non so nemmeno eventualmente quali potrebbero essere, il mio pollice è di tutti i colori meno che verde ^_____^ le piante aromatiche sul balcone sono bravissime nonostante me e mi regalano foglioline profumate per i miei piatti chiedendo in cambio un drink ogni tanto.
Il rabarbaro l’ho conosciuto un paio di anni fa grazie alla cassetta della bioexpress e quindi ho altre ricette in archivio se vi interessano, due salate e due dolci.
Ne ho fatto una composta al vino rosso accompagnata da crema di yogurt greco per una presentazione in bicchiere e dei tortelli dolci per una presentazione dessert in crosta con cuore morbido. 

Le dosi degli ingredienti che vi do sono da usare o per 4 piccoli bicchieri o per fare i tortelli.
Ingredienti per la composta : 500 gr. di rabarbaro, 6 cucchiai di zucchero, un bicchiere di vino rosso corposo ( io ho usato il lagrein), un baccello di vaniglia, un cucchiaio di scorza d’arancia, un cucchiaino di noce moscata in polvere, un bicchiere di acqua.


Preparazione : mettete il rabarbaro lavato e tagliato a tocchetti in pentola d’acciaio con tutti gli ingredienti meno che l’acqua, portate a bollore a fuoco vivace e fatelo intenerire ( servono pochi minuti). Togliete il rabarbaro senza troppo scolare e mettetelo da parte, aggiungete acqua al vino rimasto e lasciate cuocere ancora per altri 10 minuti circa aggiungendo ancora un po’ di zucchero, provate a mettere la salsa su un piattino e se scende senza correre, spegnete.
Sistemate un po’ di composta in ogni bicchiere e un bel cucchiaione di crema, sulla quale far scorrere lo sciroppo di vino ottenuto.

Per la crema di yogurt : 4 cucchiai colmi di yogurt greco, 4 cucchiai colmi di yogurt alla vaniglia, 4 cucchiaini di miele all’arancio
Preparazione : amalgamare bene e montare con le fruste i due yogurt e il miele.

Ingredienti per l’impasto : 100 gr. di burro, 220 gr. di formaggio spalmabile o ricotta compatta (asciutta), 150 gr. di farina, un cucchiaio di zucchero.
Preparazione : mescolate nell’impastatrice lo zucchero con la farina, aggiungete il burro freddo tagliato a tocchetti e impastate fino ad ottenere un composto bricioloso, aggiungete il formaggio e continuare a impastare  e formate un panetto compatto che metterete per 30 minuti in frigo.
Tirate l’impasto sottilmente e formate dei quadrati di 8 – 9 cm. di lato, in cui posare un cucchiaino della composta, piegate a triangolo e sulla chiusura premete con la punta di forchetta, fate tre tagli sopra ogni tortello e spennellate con un tuorlo sbattuto con un cucchiaio di latte. Infornate a 180 gradi finchè saranno dorati, circa 15 minuti.

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

12 thoughts on “rabarbaro al bicchiere o in crosta?

  1. Lo – ma vedi un po' che sfaticata !!! dai provane almeno una che son buone, bacioneeee!

    Simona – forse per il gusto acidulo e per il fatto che non lo si vede nei negozi…….

    Alessandra – curiosa questa cosa….evidentemente ama la mezza stagione ^____^

    Sergio – fatto!!

    Sergio –

  2. Oggi devo tirarne su un po' anch'io, ma e' strano che in Italia si raccolga in primavera mentre qui in Nuova Zelanda e' autunnale (ed anche invernale ad Auckland dove non gela).

    L'idea del vino rosso mi attrae 🙂

    ciao
    Alessandra

  3. Mi fa piacere leggere che il rabarbaro si e' ambientato bene da tuo padre. Qui ancora non l'ho visto quest'anno. La tua composta mi ricorda lo yogurt al rabarbaro che ho mangiato sia in Inghilterra che in Germania. Chissa' perche' in Italia non e' molto usato.

  4. Mirtilla – brava ..così si fa !!

    Stefania – io nei negozi l'ho chiesto ma non l'ho mai trovato….non è conosciuto e quindi non vi è la richiesta, meglio provare a cercarlo nei vivai e piantarlo se si ha il posto…..grazie 😉

    Ely – golosa, golosa ^______^ capitano al lavoro!!! comunque io con la mia imbranataggine l'ho trapiantato, quindi tu che sei una donnina tutto fare saprai farlo sicuramente, ciauzzzzzz

    Sonia – prova a ordinarlo, si sa mai che riesci a provare una ricettuzza…ciaooo!!

  5. @Saretta
    Sarè, niente male questa scelta ^____^
    in merito all'inglese, cosa vuol dire? esce in inglese? l'intenzione non era quella…. dimmi come si vede, perchè se è così forse ho sbagliato qualcosa….. tenchiù!!

  6. A Milano il rabarbaro non sanno nemmeno che cosa sia… introvabile. Mi appunto le ricette per il giorno in cui finalmente riuscirò a reperirlo! Sonia

  7. ma và che meraviglia!!!1 io il rabarbaro l'ho appena comperato e spero che il Capitano me lo trapianti nell'orto prima o poi…. che bella e che golosa la tua ricetta!!!!!!

  8. Chissà se il rabarbaro passa da negozi ..visto che la scorsa stagione non l'ho nemmeno visto dalle mie parti 🙂 ciao deliziose ricette

  9. Ma…parli solo inglese ora?!Wow!
    I rabarbaro è delizioso e non saprei quale scegliere tra i due dessert!Facciamo che prendo un tortello con accanto un bicchierino?!;p
    Bacione
    PS:in realtà non era il link che cercavo d'inserire(quelli sono in grado nonostante sia impedita) ma gli widget!Beh, fatto!Grazie infinite per le dritte comunque!kiss kiss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.