torta ai mandarini satsuma



Un barattolo di fette d’arancia sciroppata, la scadenza entro dicembre…..come consumarle dato che la frutta sciroppata non è molto apprezzata?? Tolgo le fette dallo sciroppo, le frullo e ottengo così una buona marmellata che ora spalmo per colazione……rimane lo sciroppo………ok, lo uso per farci le torte di agrumi e comincio subito con questa.

Gli agrumi in questione sono i mandarini satsuma arrivatimi con la cassettina bio, un tipo di mandarini come si può intuire dal nome  dalle origini giapponesi, ma che si coltivano anche qui dal lazio in giù, sono senza semi e dalla buccia molto sottile e in genere anticipano i nostrani.


Premessa : le mie torte sono sempre per tortiere o plumcake dalle dimensioni  dimezzate, giusto per non trovarmi a mangiare la stessa torta per tutta la settimana, e quando uso misure di cucchiaini sappiate che intendo i cucchiaini americani, quindi un cucchiaino-teaspoon  corrisponde a 4 grammi.
Perciò se intendete fare una torta delle classiche dimensioni di una tortiera da 24 cm. di diametro, raddoppiate le dosi.


ingredienti :  3 mandarini satsuma o altri a piacere, 80 gr.  farina integrale, 35 gr. di fecola, 60 gr. di zucchero, 100 gr. di panna acida, 30 gr. di burro, 1 uovo grande,  6 cucchiai di sciroppo d’arancia, 1 cucchiaino pieno  e un altro mezzo di lievito ( circa 6 – 7 gr.)

Preparazione : pelate a vivo i mandarini e fateli a fette, versate sul fondo della tortiera 4 cucchiai di sciroppo, sistemate le fette degli agrumi in modo da coprire il fondo. Accendete il forno a 180 gradi.
Miscelate bene il burro morbido con la panna acida e lo zucchero, aggiungete l’uovo e amalgamate, versate le farine e 2 cucchiai di sciroppo e solo per ultimo il lievito. Un ultima girata e ricoprite con il composto le fette nella tortiera. Infornate per 25 – 30 minuti. Una volta sfornata la torta lasciatela intiepidire e rigiratela appoggiando il piatto di portata, quando taglierete la fetta servitela irrorata di altro sciroppo in quantità a piacere.


Questa ricetta va a far parte del raccolto WHB 306 tenuto questa settimana da Simona del blog Simona’s Kitchen  il WHB è organizzato per l’edizione italiana da Brii del blog  Briggis recept och ideer, verrà pubblicato anche da Haalo (organizzatrice internazionale), mentre Kalyn ne è stata la fondatrice                  Per saperne di più sul WHB potete leggere qui.

15 thoughts on “torta ai mandarini satsuma

  1. manu – hai ragione, buona e leggera, ciao!

    Alessandra – ehh con quella scusa è proprio quel che ho fatto ^ ____ ^ mi hai colta sul fatto 😉

    Simona – vedi, tu non hai pensato al dessert e io non ho pensato a metterlo in freezer…..^ ___ ^ adesso facciamo uno scambio di pensieri 😉

  2. Ottima idea per utilizzare lo sciroppo. I mandarini satsuma si trovano anche in California, e li ho comprati qualche volta, ma non ho mai pensato ad utilizzarli per un dessert. Hai fatto una bella torta solare.
    Hai mai provato a surgelare le torte? Io lo faccio a volte e mi trovo bene.

  3. Stefania – una fetta a me e una a te, ciao!!

    sulemaniche – in effetti è un bel vedere, ciauzzzz.

    Ely – fallo, ma non farti scorgere dai tuoi figli ^ ____ ^

    Saretta – sì sì vieni che qui il the da ora a maggio lo troverai sempre, bacio!

    Simona – grazie a te, golosona ;-))

    Libera – ti mando un raggio di sole così ci vedrai meglio 😉

    Simonetta – ci mancherebbe che non condividessi con la mia collega di lavoro ^ ___ ^

    Aiuolik – dunque …..vediamo…..possiamo dire che a caval donato non si guarda in bocca e quindi ci ritroviamo con un vaso di frutta allo sciroppo
    ^ ____ ^

  4. Uh mi piacciono le torte con gli agrumi..tanto tanto !!
    ..Visto che lavoriamo insieme secondo FB me ne passi un pezzetto ? (io gli tolgo magicamente il glutine)..;-)) Baci

  5. C'è poco da fare…essendo una golosa, quando vedo la foto di un dolce non resisto e mi copio subito la ricetta! Questi mandarini poi, li ho conosciuti di recente e dopo un'iniziale diffidenza mi son piaciuti molto, essendo molto dolci!
    Grazie di aver partecipato alla raccolta! Alla prox, Simo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.