cous cous di cavolo romano

                                                                                                               
                                                                                                                 

Il mese di dicembre al Salutiamoci si va di cavoli, cavolfiori e broccoli in generale da portare all’orto di Michelle e io ho pensato di usare il cavolo romano verde che è talmente bello che quasi mi spiace usarlo in cucina, è una composizione geometrica che solo la natura poteva inventarsi. Si presta molto anche per decorare i piatti dato che le sue cime si staccano bene una dall’altra ma ovviamente oltre ad essere molto bello ha anche delle proprietà benefiche, infatti……..

– “Hanno poche calorie, ma tante vitamine e sali minerali. Sono ricchi di vitamina C (persino più degli agrumi) , acido         folico, potassio e alcune sostanze particolari come i                   (tioossazolidoni, con effetto antitiroideo, e il sulforafano che, assieme agli isioticinati, si ritiene abbia un effetto protettivo contro i tumori intestinali.” 

tratto da I MAGNIFICI 20  di Marco Bianchi

e allora meglio mangiarli spesso magari presentandoli anche in qualche modo alternativo.

Questo piatto si chiama cous cous di cavolo non perchè si usi condire il classico cous cous di grano con il cavolo, ma per il fatto di tritare crudo il cavolo per ricavarne tante bricioline e farlo assomigliare ad un cous cous diventando così una versione vegana – vegetariana e pure gluten free, ma per chi ne volesse una versione per onnivori allora si può optare per questa.
                                                                                                                         
Ingredienti per 4 : 1 cavolo romano, 2 cucchiai di trito fra erba cipollina, timo, mentuccia, prezzemolo nelle proporzioni che più vi piacciono, 5 cucchiai di olio, 2 di aceto e 2 di salsa di soia, olive denocciolate sott’olio, pomodorini secchi sott’olio, un cucchiaio di piccoli capperi sotto sale, pepe e sale.

Preparazione : lavare velocemente sotto acqua corrente il cavolo romano e tamponatelo tanto da togliere l’acqua in eccesso, staccate le cimette e togliete il torsolo centrale (usatelo per fare il minestrone) mettetele nel frullatore un po’ alla volta e frullate per mezzo minuto alla volta fino a che lo vedrete tritato grossolanamente. Mettete a bollire l’acqua e cuocetelo al vapore lasciandolo leggermente al dente.

Preparate il trito con le erbette, emulsionate olio, aceto, salsa di soia e versateci anche gli odori, se dovesse essere troppo denso allungatelo o con altro olio o con del succo di limone o anche semplicemente con un po’ d’acqua, regolate di sale.

Tagliuzzate le olive e i pomodorini. Una volta pronto il cavolo condite con l’emulsione, olive, pomodorini e capperi, un ultimo filo d’olio e per finire una macinata di pepe fresco.

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

9 thoughts on “cous cous di cavolo romano

  1. Ciao a tutte, qui guardato prima con un po' di scetticismo, poi ne hanno fatto il bis, secondo me potrebbe essere un simpatico antipasto natalizio, baci a voi.

  2. A parte che adoro il cavolo in generale, questa idea del couscous è veramente bella e le foto Marta, sono deliziose, con quella bella erica che fa tanto irlanda 🙂
    Baci!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.