Qassatat maltese

Oggi piove, tutto ha lo stesso colore e al massimo possiamo accontentarci di 50 ……. una serie di sfumature di grigio che credo non abbiano niente a che vedere con il libro.

Però una scappatoia noi che viaggiamo con l’Abbecedario ce l’abbiamo e in questi giorni  siamo approdati in quell’isola posizionata giusto sotto l’Italia dove il clima sarà sicuramente migliore, Malta.

A dir il vero a me che piace visitare le isole confesso che non sapendo perchè, Malta non l’ho mai presa in considerazione, ma dopo aver letto il post che Lucia le ha dedicato credo di doverla prima o poi visitare. Se volete partecipare anche voi non vi resta che preparare una ricetta maltese e portarla da Lucia.

Intanto mi documento partendo da quel che di buono e godereccio offre la cucina maltese che proprio per la sua posizione geografica è molto influenzata dalle cucine limitrofe e da quella britannica essendo stata dominata dagli inglesi fino a non molti decenni fa.

Il qassatat si può dire che è un tortino salato e a seconda delle dimensioni lo possiamo presentare come antipasto o come primo.
Si usa la pasta brisèe ma io questa volta l’ho presa già pronta quindi se voi siete meno pigri di me fate la vostra ricetta di base, oltre che con la ricotta talvolta lo si trova con l’aggiunta di erbette o altri formaggi come nel mio caso.

Ingredienti per tre pezzi : un foglio di pasta brisèe pronta, 300 gr. di ricotta, 100 gr. di scamorza, da 50 a 100 gr. di parmigiano grattugiato, 1 uovo grande.

Preparazione : setacciare la ricotta, tritare insieme con il frullatore il parmigiano e la scamorza, tagliare tre cerchi del diametro di 15 cm. dal foglio di pasta brisèe (con un foglio più di tre non ne vengono). Sbattere l’uovo e tenerne un paio di cucchiai da parte, il resto amalgamarlo bene con i tre formaggi. Regolare di sale.

Mettere un bel cucchiaio del composto al centro di ogni cerchio, inumidire con le punte delle dita il perimetro dello stesso e cominciare a fare le pieghe tutt’intorno fino a chiudere come fosse un contenitore, per capire meglio potete vedere in questo video come fare. Riempire con il resto della ricotta e delicatamente premere un po’ per riempire bene. Spennellare la pasta con l’uovo messo da parte, accendere il forno a 200 gradi e infornare per circa 20 minuti o fino a quando si cominciano a dorare.

 

13 thoughts on “Qassatat maltese

  1. Pingback: dal mondo
  2. Forse e' un po' azzardato dare consigli in base a dei ricordi di non pochi anni fa, ma una visita a Malta ci sta bene, E' ricchissima di storia e cultura ed ha molte bellezze naturali. La tua qassatat e' proprio carina e spero che abbia contribuito a far tornare il sole. Buona settimana.

  3. Un po' del bel caldo di Malta è arrivato anche qui 🙂 GRazie!Conosco questo piatto solo attraverso i racconti di un'amica che frequenta l'isola molto spesso, ora lo potrò preparare e assaggiare anch'io!!Buon we!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.