Rapanelli in salamoia

rapanelli in salamoia

Questo piccolo ortaggio dal vivace colore e dal sapore un po’ pungente di solito è consumato crudo a complemento di insalate fresche e miste nella stagione estiva, ma mi piaceva l’idea di averli a disposizione anche fuori stagione e preparare quindi i rapanelli in salamoia.

Da tempo avevo in mente di metterli in conserva per gustarmeli quando non si troveranno più al mercato e ora che quel tempo sta per arrivare ho provveduto a farne un po’ e all’assaggio ne sono rimasta soddisfatta.

Rapanelli in salamoia

Ingredienti

200 g di rapanelli

300 ml di acqua

50 ml di aceto bianco o di mele

1 cucchiaio pieno di miele millefiori

1 spicchio di aglio  (facoltativo)

2 bacche di ginepro (facoltativo)

qualche granello di pepe (facoltativo)

foglioline di timo (facoltativo)

Preparazione

Portate a bollore acqua, aceto e miele e lasciate sobbollire a fuoco moderato 10 minuti.

Intanto lavate e mondate i ravanelli, tagliateli sottilmente con una mandolina e riempite un vaso grande di vetro o due piccoli aggiungendo l’aglio dimezzato e le spezie se le volete mettere.

Versate il liquido bollente fino a coprire i ravanelli chiudete e lasciate freddare.

Si possono iniziare a mangiare dopo il riposo di 24 ore. Conservare in frigorifero.

rapanelli in salamoia

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

6 thoughts on “Rapanelli in salamoia

  1. Io li farei anche solo per guardarmeli e rimirarne il bellissimo colore! Non lo ho mai assaggiato, non so se mi piacciono ma sono davvero bello da vedere e quindi anche da regalare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.