spanakopita – torta salata greca

Son capitata da Ancutza e vedendo la sua spanakopita mi ha invogliato a copiarla seduta stante.
La pasta fillo o phyllo e’ una varietà di pasta sfoglia preparata in sottilissimi fogli separati che vengono sovrapposti l’un l’altro spennellati di olio. 
I fogli fillo li avevo e poi avevo anche le uova, lo yogurt c’era ma non era quello greco, ma non sarà certo lui a fermarmi lo sistemo in 4 e 4 – 8.
Nel senso che so come farlo diventare compatto altrettanto del suo cugino greco.
La feta?? no, quella mi manca proprio, non fa niente ho un buon formaggio semi stagionato di montagna molto saporito e può sostituirlo egregiamente, ho anche gli spinaci, vabè io li ho rossi, trovati al mercatino e mai visti prima
Mi era capitato di trovare la bieta, ma gli spinaci ancora no e comunque a questo punto posso dare il via alla  spanakopita.
Seguo la preparazione di Ancutza come un faro in mezzo al mar e ottengo una golosa torta salata che può anche diventare un antipasto se tagliata a quadrotti.

E con questa ricetta son partita con l’Abbecedario dove Resy ci accoglie in Grecia.


Ingredienti per una teglia quadrata da 22 cm. di lato: 550 gr. di spinaci rossi, 150 gr. di formaggio semi stagionato di montagna, un cucchiaino di noce moscata, 3 uova, 250 gr. di yogurt colato, un cucchiaio di origano secco, 12 fogli di pasta fillo, una noce di burro + 60 gr. di burro, sale e pepe.

Preparazione : se come me non avete lo yogurt greco ma quello semplicemente naturale, mettetelo subito a colare sopra un foglio di carta cucina appoggiato in un colino a maglie strette e se volete accelerare lo scolo, lasciatelo per 15 minuti affinché perda il grosso del siero e poi mettetelo così com’è in un tovagliolo e strizzatelo ottenendo così uno yogurt denso.

Lavare e scolare dell’acqua in eccesso gli spinaci, cuocerli a vapore per circa 3 minuti o fino a quando cominciano ad appassire lasciandoli al dente, sminuzzarli e metterli in una padella con una noce abbondante di burro e uno spicchio di aglio a insaporirsi per 5 minuti.

Tritare a coltello il formaggio e amalgamarlo con lo yogurt, sbattere leggermente le uova con la noce moscata, l’origano il sale e pepe e versare tutto insieme. Aggiungere ora anche gli spinaci, girando per uniformare gli ingredienti.

Sistemare la carta forno nella teglia che userete, sciogliere il burro, prendere la pasta fillo e distendete il  primo foglio tagliandolo a misura, sistemarlo nella teglia e spennellatelo con il burro sciolto, ripetere l’operazione con altri fogli per altre 2 volte, dopodiché fare uno strato del composto di spinaci livellandolo bene, ripetere questa operazione per altre  due volte in modo da ottenere tre strati di composto e 4 di pasta fillo (di tre fogli ciascuno) che dovrà essere l’ultimo  e spennellato per bene.

Tagliate a quadrotti e infornate a 200 gradi statico per 35- 40 minuti, (io l’ho messo nella parte bassa del forno.)

16 thoughts on “spanakopita – torta salata greca

  1. La spanakopita mi ricorda un ristorante a Berkeley dove andavamo con mio marito anni fa. Quando l'ho mangiata per la prima volta era anche la prima volta che provavo la pasta fillo. Sono molto curiosa di provare a farla in casa, ma anche un po' timorosa, perche' deve essere molto fina. Ivy di Kopiaste la stende usando la macchina per la pasta. Non credo di aver mai visto gli spinaci rossi, quindi anch'io attendo le foto.

  2. Elena – hai ragione non tutti i super tengono la pasta fillo, l'alternativa è la sfoglia……..ciauzzzzzzz

    Simona – spinaci intriganti ^________^ mettiti alla ricerca!

    Lucia – grazie!

    Simona sk – da provare, ti piacerà! grazie delle dritte.

    Lo – ehh lo spacciatore vien dalla bassa veronese dove le nebbie regnano ;-))

  3. ma questa spanacosa stranissima è molto molto invitante…..fantastica! e scusami il nome dello spacciatore di spinaci rossi???? gulp!

  4. Ricetta interessante, ma assaggiata! Quindi, da provare! 🙂 Il libro della Ruth Reichl c'è anche in italiano, non l'ho trovato su amazon, ma nelle librerie c'è. Ho messo il link a quello inglese per farvoi capire qual'è! A presto, Simo

    1. eh sì sono rossi davvero….a pensarci potevo mettere le foto…..se li ritrovo magari me lo ricorderò, ciauzzzzz

  5. Queste scoperte culinarie mi intrigano assai…che bella ricetta hai pubblicato! Ingredienti che adoro, tra l'altro… Bravissima!
    Un saluto
    simona

  6. adesso te la copio, è golosissima, ma sai che non ho mai visto (nè sentito nominare) gli spinaci rossi, sono davvero curiosa di provarli(e trovarli), grazie, dopo aver scovato la fava tonka e le patate vitelotte ormai ero a corto di ingredienti introvabili da cercare:). Tanti auguri di Buon Anno(in mega ritardo, lo so, tra poco ci si augura Buona Pasqua:)).

  7. Davvero stupenda, anch'io sono rimasta colpita dalla torta di Anca e mi sono ripromessa di provarci, ma la fillo non si trova facilmente…un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.