sottaceto di ciliegie

Niente dolci e niente marmellate, per questa ricetta di ciliegie. Questa volta le facciamo alla tedesca, o almeno così dice il ricettario che ho, e dato che amo la frutta nei piatti salati ho pensato che in autunno mangiarmi un arrosto abbinato alle ciliegie non mi dispiacerebbe. Ora bando alle ciance, e passiamo agli ingredienti.

Ingredienti : 500 gr. di ciliegie mature sode e belle polpose, 300 ml. di aceto di vino bianco, io ho usato quello di mele,100 gr. di zucchero, una piccola stecca di cannella, 3 chiodi di garofano e due foglie di alloro.

preparazione : mettete a sobollire a fuoco medio basso, per 15 minuti l’aceto con lo zucchero e gli aromi. Intanto, dopo aver lavato e tamponato le ciliegie con uno strofinaccio per asciugarle dell’acqua in eccesso, togliete i gambi e denocciolatele con l’apposito strumento per togliere i noccioli. Sterilizzate due vasetti medi da 250 gr. mettendoli pieni d’acqua nel microonde per qualche minuto finchè vedrete sfrottolare l’acqua. Prendeteli con cautela usando uno strofinaccio arrotolato intorno al vasetto e versate l’acqua all’interno dei coperchi appoggiati nel lavello. Mentre l’aceto si raffredda, inserite le ciliegie nei vasetti sistemandole in modo da riempire al meglio e fin sopra all’orlo. Ora vi potete versare lo sciroppo d’aceto e chiudere per bene. Aspettate almeno due mesi prima di consumarle. Nel prossimo autunno con un arrosto di maiale ci staranno sicuramente bene!

Please follow and like us:

24 thoughts on “sottaceto di ciliegie

  1. Astro,sono riuscita a vedere il sipario e la manona^;^tranne il cavallo..vabbe'….deliziosa questa ricetta,non avendo il microonde,i boccacci si possono bollire,semplicemente in una pentola capiente??smack

  2. pagny – ciao Pagny ben ritrovata 😉

    Fiammy – ehhhhh…..posso non crederci? ma sì ci credo… ma… …forse…non so…;-))))

    Artemisia Comina – ciao Arte, sfrottoli anche tu? ;-))

    Camomilla – è proprio quell'idea che mi ha convinto a farle… siamo in sintonia anche stavolta, bacio!

    Lo – ehiii gallinella…ma perchè non lo vedi il cavallo che si alza sulle zampe? accidenti …vuoi vedere che mi son fumata senza saperlo :-))) l'intenzione è di usarle con gli stufati..bacio

  3. praticamente queste buonissime ciliegie poi le mangerai con della carne…arrosti stufati? mi chiedevo come usarle….mi chiedevo anche se non ti sei confusa il vino con l'aceto visto le fantastiche visioni che ci hai raccontato ehehehh un bacione

  4. Mai viste Astro le ciliegie fatte così e non sai quanto mi piace l'idea di gustarle insieme ad un bell'arrostino, magari in autunno inoltrato quando questi frutti non ci sono più… Tra l'altro è pratico il tuo modo di sterilizzare i vasetti nel micro, segno tutto 😉
    Un abbraccio!

  5. cos'é ti si erano appiccicate le ciliegie?? buffa!, te possino. Tu puoi non crederci, ma se rinascessi e mi piacesse cucinare, farei solo e soltanto confetture, creme nel barattolo e gelatine e caramelle; insomma, ogni volta che apro e mi fai vedere 'ste cose provo una di quelle invidie (sane)perché le coccole dentro il barattolo mi piacciono proprio !! BRAVA !!

  6. Fra – ecco qui, qualcuno che ci vede bene, soprattutto nel terzo vasetto…^__________^ i complimenti fanno sempre piacere, grazie!

    babi – eh bè, fai bene bisogna sempre mirare in alto…mandata mail

    NIGHTFAIRY – son curiosa anch'io di assaggiarle, ma bisogna aspettare qualche mese…ops, credo di non averlo scritto nel post….vado a correggere.

    Virò – ehiiii…mi sai leggere pure i vasetti dei sottaceti… altrochè maga magò, ti farò leggere le prossime marmellate ^________^ grazie mille delle tue parole, bacio!

  7. Ah…io ci vedo un flash del passato (mia madre che accompagnava il lesso con la mostarda), un flash del presente (un vasetto di passione e curiosità per gli abbinamenti insoliti), un flash del futuro (il tuo blog con il doppio di lettori affezionati, conquistati dalla tua fantasia e dalla tua creatività)…

    Insomma: una ricetta che non lascia indifferenti!

  8. ah ah! va bene, io miro al 10 quindi ho deciso di sganciarti la ricetta! Preferisci che te la scriva qui nei commenti o che te la spedisca per mail? Kiss 🙂

  9. Brii – quindi se le mangiassi io, avrei un attacco di anestesia totale ;-))), bri passami una sola ciliegia, grazie.

    Cristina – tutte denocciolateeeeee……..santa subito! ciao.

    Babi – fantasia: voto 5, ma puoi migliorare …il 10 ti spetta se sganci la ricettuzza al porto ^____^

    Aiuolik – aaahhhh ma allora è epidemico della sardegna avere poca fantasia – vedi babi – però se anche tu vuoi migliorare, sganciare ricettuzza salsa tedesca ;-))))

    Cri – brii li anestetizza con le ciliegie così è sicura che nessuno la interrompe e parla parla parla
    a ruota liberaaaa ^__________^

    Credo che le ciliegie stiano bene anche con i formaggi…media stagionatura?
    povera, pure la tortura ti tocca ;-((

  10. ma ti pare che Brii non faccia le ciliegie TROPPO alcoliche? Ahahahhaha!

    Ma scuuuusa? Oltre alla "ciccia" a cosa le potrei abbinare?

    baci baci baci
    vado a sottopormi alla TORTUUUURA

  11. Io ho meno fantasia di te e non vedo nè il sipario nè il cavallo 🙂 Però questa ricetta per l'autunno e da abbinare alla carne mi piace proprio. Mi ha giusto ricordato una salsa che mio fratello mi portò dalla Germania!

    Ciaooooo

  12. Non ci posso credere Astro, proprio stasera stavo guardando un vecchio numero di una rivista di cucina che propone diverse ricette salate con le ciliegie. E vuoi sapere che ricetta stavo leggendo in particolare? Ciliegie con filetto di maiale al Porto! Non so se riuscirò a realizzarla perchè mia madre inorridisce all'idea che io possa usare le ciliegie per un piatto salato, ma se ti interessa ti passo volentieri la ricetta! Bacio 🙂
    p.s. io vedo una persona in tutti i vasetti… ma ho davvero poca fantasia!

  13. Interessante la ricetta , ho una quantità esagerata di ciliege, ho fatto due k di marmellata, ma sinceramente a snocciolarle una fatica!!!! domani le farò sotto spirito e poi proverò la tua ricetta
    grazie
    cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.