la mia selezione di aceti,di oli aromatici, di aromi sott’olio e altro…

Cosa c’entrano i frutti di bosco? c’entrano, c’entrano….perchè con queste perle colorate ho fatto un bell’aceto aromatico…..ovviamente ai frutti di bosco, e oltre essere bello è buono……e molto profumato.

Gli ingredienti: 250 ml. aceto di mele, 60 gr. di ognuno di questi frutti, ribes rosso, mirtilli, lamponi.
Preparazione: schiacciate per bene, i frutti separatamente in colino a maglie strette e raccogliete il succo che metterete in una piccola bottiglia o un vasetto con l’aceto,chiudete e lasciatelo alla luce per almeno due settimane, quindi filtratelo da un colino coperto con una garza o della carta da cucina e a quel punto quello che ne esce è il vostro aceto, un’alternativa è di aggiungere dello zucchero a piacere. Io non l’ho aggiunto, emulsionata con l’olio può essere usato sul crudo di pesce, sui crostacei al vapore, su carne grigliata, insalate o macedonie.

Per l’ altro aceto, sempre in dose di 250 ml. invece, ho usato del buon aceto di vino bianco e vi ho aggiunto uno spicchietto di aglio, 2 foglie di salvia, un cucchiaio di maggiorana fresca, un pezzetto grande come un cucchiaino di cipolla rossa, la cima di un rametto di rosmarino, due foglie di mentuccia, mezzo peperoncino secco, una bacca di ginepro, un chiodo di garofano, due perle di pepe nero.

Lasciate gli aromi nell’aceto per tre settimane, in un vasetto chiuso, e poi filtrate e versate in una bottiglietta.

Gli oli aromatici :
Per gli oli ho usato dell’olio extra vergine e in una bottiglietta ho messo degli steli di finocchietto e un pizzico di semi di finocchietto, nell’altra invece 2 rametti di rosmarino e foglioline di salvia.
Aggiornamento: le erbe aromatiche usate devono essere fresche di raccolta e sia quelle per gli oli che le foglie degli aromi sott’olio, NON VANNO LAVATE, MA PASSATE CON UNO STROFINACCIO O CARTA DA CUCINA.

Gli aromi che sono finiti sott’olio invece, sono le foglie di basilico, le foglie di erba luigia o cedrina, e foglioline di maggiorana.
Il basilico da usare per bruschette e la pasta.
L’erba luigia, in particolare sui filetti di pesce, o la carne arrostita.
La maggiorana per le zuppette o le minestre.
Ma ovviamente l’uso è anche per moltri altri impieghi a seconda della propria fantasia, senza contare che l’olio potrà essere a sua volta usato, magari diluito nel caso fosse troppo aromatico.

E ora per finire la sagra delle prugne, cominciata con il controfiletto alle prugne, e proseguita con gli gnocchi in salsa di prugne, ora vi posto le prugne in agrodolce e la conserva di prugne ….che non ho ben chiaro perchè si chiami così…..se qualcuno ne sa di più però, mi lasci le info del caso.
Le ricette provengono da Conservare frutta e verdura di ED.giunti-demetra.

Le prugne in agrodolce :
Vi do le dosi che ho fatto io, prugne 1/2 kg. ,150 gr. di zucchero, 125 ml. di aceto di mele (io vi consiglio di metterne 50 ml. in più, infatti io all’ultimo prima di invasarle ho fatto dell’altro sciroppo con acqua e zucchero, perchè le dosi dell’aceto non bastavano per ricoprire il tutto), un pezzetto di 1 e 1/2 cm. di cannella, 3 chiodi di garofano.

Iniziate a farle la mattina, così vi troverete meglio con i tempi.
Lavate le prugne e asciugatele, poi foratele con uno stuzzicadenti…….possibilmente non riciclato :-)) e mettetele da parte in una ciotola che le contenga giuste. Mettete a bollire l’aceto con le spezie, che io ho racchiuso in una garza, e lasciatelo bollire qualche minuto a fuoco moderato, poi spegnete, lasciate freddare e versatelo sulle prugne che avrete messo in una ciotola. Saranno coperte (a me non del tutto). Lasciate riposare per circa 24 ore e rigiratele 3 o 4 volte. Dopodichè, la mattina, scolate le prugne e fate ribollire il liquido per qualche minuto, poi spegnete, lasciate freddare e versatelo di nuovo sui frutti, lasciando così fino a sera. Alla sera rimettete tutto a bollire per 4 minuti e togliete le prugne, lasciate quindi che raffreddi e a quel punto invasate prima le prugne premendo un po e poi lo sciroppo. Chiudete ermeticamente.

Per la conserva di prugne :
Ingredienti: 1/2 kg. di prugne, 100 gr. di zucchero

Lavate le prugne, tagliatele a metà, ma io ho tagliato a spicchi, e sistematele in vasi di vetro.Preparate uno sciroppo con lo zucchero e 1/2 litro di acqua, lasciatelo raffreddare e versatelo sui frutti. Dopo aver chiuso i vasi, metteteli a bollire per sterilizzarli, per 10 minuti, e toglieteli quando si saranno raffreddati.

E per finire ecco pure la Giardiniera

ingredienti : per tre vasi grandi (come quello che vedete in foto) 1/2 Kg. di carote, 1/2 Kg. di cavolfiore, 3 peperoni, 1/2 Kg. fagiolini, 1/2 litro di aceto, bianco, 2 dl. di olio evo, 100 gr. di zucchero, pizzico di sale (facoltativo).

Preparazione : Dopo aver mondato, lavato e tamponato le verdure, tagliatele a tocchetti. Del cavolfiore staccate le cimette. Portate a ebollizione l’aceto e l’olio con lo zucchero e sale e tuffateci le verdure. Per il primo minuto le carote, poi il cavolfiore per altri 2 minuti e infine le altre verdure per altri 2 minuti ( in totale 5 minuti). Levate poi dal fuoco e lasciate raffreddare e coperto per 24 ore, dopodichè una volta sterilizzato i vasi, versarvi le verdure con il loro liquido e chiudere.

Please follow and like us:

26 thoughts on “la mia selezione di aceti,di oli aromatici, di aromi sott’olio e altro…

  1. Astro, l’aceto ai frutti di bosco mi mancava ma ora grazie a te lo farò anch’io! Ce l’ho anche infrutti di bosco!!!

    A presto!

  2. Artemisia Comina :ciaooooo, che bello vederi quiii..

    Dario : che adulatore….:-)))

    Fiammetta : oh bella signora, mi fa piacere che passi anche tu dalle mie parti…(^____^)
    se riprovi e ti riesce la ricettina delle rose, me la passi ehhh….baci.

    Jean-Michel : è tanto che non ci sentiamo….da quando eri partito avevo smarrito la via :-))) ma adesso recupero….ciaooooo!!

  3. LO :copia copia….W le erbetteeeeee,
    abbraccio ritornato con bacio di contorno :-)))

    camomilla : c’è sempre una prima volta……buona domenica e un baciottoooo.

    Fra :…..eh ma ti prendi in tempo…
    sei una ragazza previdente,bravaaaa
    (in bocca al lupo…e crepi pure per il conc. di cavol.)

    saretta : grazieeee dei complimenti
    baci baci!

    Aiuolik : lo chef che dice…che dice…son curiosa :-)))

    Claud : ah ah ah ah scusata… birbona

    Gunther : bè non è che le ho fatte tutte in una volta….e tu per l’aceto hai una ricetta diversa?

    Tati : manca poco allora, anche a me gli aceti hanno incuriosito, ciaoooo !

    Stefano : bravo..hai colto l’attimo,io ho postato….e tu prelevato 🙂

    camalyca : eh va bè…addirittura un pozzo….diciamo una baccinella
    va :-))))

    Dolci : grazieeee dei complimenti, ciaoo e alla prossima!

    Cocozza : le erbe non devono essere lavate, ma solo strofinate..
    forse l’errore è quello…spero che le mie non facciano la stessa fine…anzi mi fai venire in mente che non l’ho scritto, aggiornerò.. ciaooo

    twostella : erbe fresche, ma non lavate solo passate con uno strofinaccio o carta da cucina, baci.

    Melina2811 : grazie dell’informazione, ciaooo!

    NIGHTFAIRY : ma certo che ce la fai, con calma una cosa alla volta
    caooo fatina smuackk

    Babiiiiiiiii, tesoro ma dove sei finita……..si sente la tua mancanza, meno male che ti sei fatta viva, cominciavo a pensare che forse il blog ti aveva un po’ stancato…..o che eri presa dagli esami…baciiiiii, a presto speriamo!!

  4. oddio Astro! da quanto tempo non ti leggo?! come stai? mi manchi un sacco!!! e purtroppo non ho risolto niente con internet, sono proprio scocciata! ho aspetto tanto e sinceramente spero di non dover aspettare ancora molto, non ne posso più. ti mando un grosso bacio!!!

  5. Complimenti! Una dispensa ricca di idee molto gustose! Posso chiedere una cosa? Per gli oli aromatici utilizzi le erbe secche o fresche? Buon WE

  6. Ogni volta che ho provato a fare l’olio aromatico ho sempre dovuto buttare tutto e mi è dispiaciuto molto perchè ci avevo messo del buon olio evo ma alla fine ci fa sempre la muffa cosi ancora non ho capito dove sbaglio ma forse le erbe devono essere secche forse bisogna mettere del sale non ho capito un aiutino? grazie.
    ciao cocozza

  7. Oh, ma che roba… la giardiniera… gli oli profumati, gli aceti aromatizzati: davvero non lo vuoi uno stuzziacadenti usato?! PErché, lo sai vero che dobbiamo risparimiare (1), proteggere gli alberi (2) e magari aromatizziamo… (No, decisamente un’idea disgustosa, scusami!)

  8. Mamma mia Astro quanti bei vasetti che hai preparato… sono tutte cos che io non ho mai fatto, suppongo di dover acquistare anch’io quel libro! Complimentissimi!
    Un abbraccio e buon fine settimana

  9. Marta sei in gambissima quante stupende idee e tutte quelle erbette ci stano nell’orto bonsai….mi sa che scopiazzo un bel po’! w le susineeeeeeeee…un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.