budino alle castagne d’acqua e ribes essiccato (Cina)

budino castagne d'acqua

Direttamente dalla Cina mi è arrivata una spesa un po’ particolare, vino Shaoxing, pepe di sechuan, un mattarello per fare i dumpling-ravioli, dei dolcetti tanto graziosi da dispiacersi di morderli, e castagne d’acqua…….e se per caso siete curiosi vi do una manciata di notizie a riguardo.

Il pepe di Szechuan mi ha stupito per il suo sentore di limone, in realtà non è un pepe come lo intendiamo noi con note particolarmente pungenti, e da quel che dicono sta bene sia sulle carni bianche, sui pesci, su insalate di pasta  fredda e pure sul cioccolato, è una bacca di cui una volta seccata si raccoglie la buccia rossastra e si butta il seme nero, e fa parte della composizione delle 5 spezie. Va tenuto in vasetto chiuso e al riparo dalla luce.

 

il vino shaoxing  è contenuto  (ma ve ne sono anche altre confezioni) in una bella ceramica sferica chiusa da ceralacca rossa con piccolo cavatappi in dotazione,  poi mi piacerà anche tenere su un mobile, è un vino ricavato da riso glutinoso e di colore ambrato, ne ho visto spesso l’uso nelle trasmissioni di cucina cinese su sky, e incuriosita me lo son fatta portare…..ci sono diverse varianti di questo vino, presumo a seconda dell’invecchiamento, viene prodotto a sud est di Shanghai dove il clima  è particolarmente favorevole alla produzione di un riso glutinoso che permette la produzione del vino di riso cinese più rinomato, ovviamente non tutti i vini cinesi in circolazione provengono propriamente da Shaoxing,  imbrogliando sull’etichetta al primo sguardo si può scoprire poi che provengono da produzioni thailandesi.

Questo in particolare è chiamato NU ER HONG RICE WINE, ( in cinese lo vedete scritto lì sopra se vi volete dilettare con qualche carattere) nu’er vuol dire figlia e hong rosso, rosso è sinonimo di fortuna e abbinato alla parola figlia è bene augurante per la medesima, inoltre la tradizione vuole che quando nasce una bambina e avrà un mese di vita, la famiglia preparerà la boccia di vino shaoxing e la seppellirà fino al giorno del suo matrimonio, quando verrà aperta per essere offerto ai parenti per festeggiare.

Ora che mi sono un po’ informata su questo vino, non mi resta che trovare una ricetta degna del suo uso, e naturalmente vi aggiornerò sulla cosa 😉

I dolcetti che vedete qui sopra invece all’interno hanno una parte morbida che si potrebbe paragonare alle caramelle gommose, piuttosto dolce e ricoperta da una pasta della consistenza di un’ omelette, ma proprio perchè nella cucina cinese il gioco delle consistenze e dei sapori seguono la filosofia dello ying e dello yang, le due forze opposte che devono trovare il giusto equilibrio, il cuore del tortino è… provate un po’ voi a dire e vediamo chi riesce a indovinare
Aggiornamento – allora vi do la risposta, i dolcetti si chiamano Moon cake e al loro interno custodiscono un tuorlo salato di uova d’anatra dalla consistenza abbastanza soda che contrasta con il tutto. Ora non è che io sappia riconoscere i tuorli dei bipedi, ma almeno in teoria dovrebbe essere così, perciò per quel che mi riguarda potrebbe essere anche di gallina 😉
mangiato tiepido i contrasti sono notevoli e devo dire che non è niente male, mentre a temperatura ambiente risulta un po’ stucchevole.

 

Arriviamo ora alle castagne d’acqua che di castagne hanno solo le sembianze, in realtà sono dei frutti che nascono nell’acqua si sbucciano facilmente dato che la buccia è tenera, la polpa  di colore bianco candido di sapore leggermente dolce e succosa, di consistenza croccante simile ad una mela grenny smith, si mangiano crude ma anche in piatti di carne assieme ad altre verdure o tritate e mescolate ad altre verdure, come ripieno dei ravioli, si può trovare anche la loro farina che può essere usata per addensare tipo la nostra maizena e similari………..

io le ho provate prima in un piatto salato con un soutè alla stessa maniera del bok choy e pur essendo bollite mezz’ora hanno mantenuto la loro croccantezza, che a secondo dei gusti può essere un difetto o un pregio……poi però ho deciso di provarle anche nel gusto dolce e ho scelto per un budino, mentre del primo piatto non ho fatto foto, del secondo piatto vi do anche la ricetta, si sa mai che andiate a fare la spesa dalle parti di Hong kong  🙂 ma se vi sembra un po’ scomodo, potrete sempre ordinarle qui o qui

Ingredienti : 15 castagne d’acqua, mezzo litro di latte, due cucchiai di zucchero, due cucchiai di preparato di budino alla vaniglia, 3 – 4  cubetti di una tavoletta di cioccolato bianco, un cucchiaio di latte.

Preparazione : pelare le castagne e tagliarle a pezzetti, metterle nel latte e portare a bollore, aggiungere lo zucchero e cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso, poi frullare il tutto e rimettere sul fuoco aggiungere il preparato e lasciare addensare ( circa 3 minuti)  prendere le coppette che bagnerete sotto acqua corrente prima di versarvi il budino. Una volta freddati sformate il budino su un piattino. Fate sciogliere il cioccolato con il latte,  e versatelo sul dolce sparpagliando di ribes essicati.

 

Ingredienti per un piccolo vasetto di ribes essiccati : 350 gr. di ribes, 100 gr. di zucchero, acqua qb.

Preparazione dei ribes : mentre  riscaldate il forno a 100 gradi, mettere sul fuoco medio un tegame con i ribes facendo in modo che siano la  maggior parte distesi su fondo, versarvi sopra lo zucchero e quache cucchiaio di acqua che bagni il fondo, mescolando lasciare cuocere i ribes fino a che si romperà la buccia, (4 – 5 minuti) .
Quelli che rimarranno interi, schiacciateli voi con il dorso del cucchiaio…..fatelo gentilmente perchè sono dispettosi e se possono vi spruzzano a volontà ^___^

Lasciate raffreddare il tutto, coprite una leccarda con carta da forno per stendervi i ribes, abbassate il forno a 70 gradi e infornateli. Lasciateli dalle 3 a 4 ore, rigirandoli sottosopra almeno due tre volte. Poi potete lasciarli coperti con uno strofinaccio a temperatura ambiente per una notte e un giorno, oppure lasciarli qualche altra ore in forno a bassa temperatura ( dai 50 ai 70) dipende da quanto li volete asciutti.

Per ultimo separateli un po’ tra loro e sistemateli in un vasetto di vetro, pronti per l’utilizzo. Non si potranno separare uno per uno perfettamente, ma all’interno dell’impasto questo poco conta.

ricetta che partecipa all’Abbecedario del mondo nella tappa in Cina ospitato da Carla Emilia.

 

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Pinterest
Pinterest
Instagram

22 thoughts on “budino alle castagne d’acqua e ribes essiccato (Cina)

  1. Elegante questa tua versione! Veganizzarla la trovo dura e mi mancano un pò di ingredienti e mi piacciono davvero tanto crude, ma non dirlo ad un cinese, che ci rimane malessimo e vederti sgranocchiarle!
    Bellissimi poi i ribes essiccati 😉 Nihao!

  2. lerocherhotel – grazie di essere venuta a curiosare ^_____^

    Alessandra – eh eh eh vanno presi con moderazione ;-)) grazie del pensiero!

  3. Dona – shhhhh, non svelare niente…^____^

    Saretta – acquazzone…non ci siamo 😉 baci baci!!!

    Simona – pure tu fai compagnia a Saretta, non ci siamo….;-) ma mi fa piacere che ti sia "gustata" il post, ciauzzz

    Erica – ti ho incuriosita ? è bello essere curiosi per conoscere ciao!

    Simona – ^______^ tu dici che ci devo provare? ok, ci proverò!

    Straw – benvenuta, verrò a trovarti, ciao.

    Lo – ho incantato una gallinella………..neanche mago Silvan ci riuscirebbe ;-)) ciao belessss, bacioneeee!!

  4. ma che pacchettino goloso e particolare…mi hai incantato con ogni descrizione e ingolosito con questa delicata ed elegante ricetta…uno strabacione grande

  5. ok, è ufficiale: sono innamorata di questo blog. Scoperto solo ora, mi aggiungo subito ai tuoi sostenitori! Deliziosi i regalini from China!

  6. Wow, Astro, non so dove guardare: e' tutto cosi' interessante. Il budino e' molto elegante. E i dolcetti hanno un'aria molto attraente. Spero che ti cimenterai a fare i ravioli cinesi: vale la pena.

  7. Mamma mia che post ricco e interessante! Complimenti, sei sempre…avanti! Per il cuore del tortino…non saprei proprio: direi anch'io mandorla…o banana…o riso?
    Un saluto,
    simona

  8. TOFU?MANDORLE?Ne sai una più del diavolo Marta!!!
    Beh grazie per la panoramica China, ed io che mi gasavo ad avere in casa in pepe…Vorreo roprio assaggiarlo quel budino mmmmmmmm!!!!bacissimi

  9. Io non partecipo per ovvi motivi….ma brava te che riesci a fare cose fantastiche con ingredienti che per me sono all'ordine del giorno e con i quali non mi cimento…il tuo ragazzo ha portato a casa proprio belle cose.
    Com'è andata, si è divertito?

  10. rossella – grazie, si sono decisamente curiose ^____^

    Ely – ;-)) molto extra, bacio!

    Luca e Sabrina – il vino è di sapore liquoroso, giusto per darti una similitudine ricorda il marsala, fa 16 gradi …. l'odore invece mi ricorda la grappa…..di più non mi riesce a darti sensazioni e sapori……….
    direi che l'intuizione l'hai avuta, una delle tre ha a che fare con quella cosina …..però aspettiamo e vediamo qualche altro tentativo….;-))

  11. Premesso che noi conoscevamo solo il pepe di sechuan, e quindi ammettendo la nostra ignoranza, siamo rimasti piuttosto sbalorditi di fronte a tutti i prodotti che hai allineato sul tavolo! Per esempio, ci incuriosirebbe il sapore di quel vino di riso, così come troviamo folcloristica la tradizione cinese circa la tradizione di seppellire una bottiglia di quel vino fino al matrimonio della figlia….che probabilmente in Cina si accasano prima di noi, le ragazze, altrimenti il vino rischierebbe di diventare aceto (di riso ovviamente). Anche le castagne d'acqua sono interessanti, se il sapore ricorda le Granny Smith mi piacerebbero molto, meno a Luca che storce la bocca, ma veniamo al tuo quesito, in cui chiedi di cosa è fatto il cuore di quei biscotti. Al volo ci vengono da dire 3 cose:
    1) mandorla
    2) proprio castagna d'acqua
    3) non ridere, ma diciamo pollo
    Ci siamo in qualche modo avvicinati?
    Intrigante invece quello che hai realizzato, ovvero i ribes essiccati. Abbiamo una pianta di ribes, che poverina speriamo che resista ai rigori dell'inverno e se lo farà, proveremo la stessa preparazione anche noi!
    Buona settimana
    Sabrina&Luca

  12. che super ricetta e che ingredienti introvabili! i dolcetti sono meravigliosi e sembrano delle filigrane da tanto sono perfetti, il ripieno non saprei proprio ma sono davvero affascinanti e le castagne d'acqua ancora di più! davvero una bella spesa extraterritoriale :-)))) baci Ely

  13. i dolcetti i fanno impazzire ! bellissimi li avevo già notati nell'header… Curiose quelle castagne d'acqua… Che bei regali ! Complimenti !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.